You are on page 1of 1

DOMENICA

23 GENNAIO 2011 3

Tutti i suoni della domenica Scala, il Mahler di Temirkanov


DI PIERACHILLE DOLFINI

n’ora. Dalle 11 a mez-


certi, con un
programma
che mette a
Dal 30 gennaio
torna al Filodrammatici
gentina con
il Tango ne-
gro trio che
e Eloisa, musica e poesia dal
Medioevo» affidato all’en-
semble di musica antica Co-
D ietro di sé lascia sempre un sapore di Russia.
Perché solitamente, quando sbraca in Italia,Yuri
Temirkanov, lo fa con al seguito la sua Filarmonica di
U zogiorno. Il tempo
giusto per assaporare
buona musica.
confronto
Rameau e Ra-
vel, Vivaldi e
la rassegna musicale
tra classica e ’900
propone un
viaggio nel-
le radici po-
smedin e a Stephanie e Chri-
stoph Hass. Il 20 marzo il pia-
noforte di Enrico Intra e la vo-
San Pietroburgo. O se è ospite di orchestre di casa
nostra – eccezion fatta per Parma dove da qualche
tempo al Regio si è lanciato alla scoperta delle opere di
Da domenica prossima tor- Paert, Schu- polari della ce del soprano Karin Schmid Verdi – mette sul leggio pagine della sua terra. Questa
nano al teatro Filodrammati- bert e So- celebre mu- proporranno «Una mattina- volta, però, il direttore scompiglia le carte. E sul podio
ci I concerti della domenica. stakovic. sica da ballo. ta con Gershwin». della Filarmonica della Scala, per la stagione sinfonica
Prima Mozart e Beethoven. Il 6 febbraio il Quartetto In- Si divide in due appunta- Il cartellone si chiude il 27 del teatro, propone l’insolito dittico formato da
Poi un aperitivo per fare due daco e il pianoforte di Carlo menti «Musica senza confi- marzo come si era aperto, Benjamin Britten e Gustav Mahler.
chiacchiere con gli artisti. Balzaretti proporranno una ni»: domenica 27 febbraio con l’ensemble Duomo im- A fare da filo conduttore la voce del soprano Mariella
Ventunesimo anno per la ras- «Mattinata viennese» con pa- Porroni alla chitarra e Luca pegnato in un viaggio tra Devia. Stasera alle 20 (euro 66/5, repliche domani e
segna che parte il 30 gennaio gine di Mozart e Schubert. Il Gusella alle marimba spazie- «Musica e acqua nei secoli», mercoledì 26) del compositore inglese si ascolterà
sette note

e resta in cartellone sino al 27 13 febbraio cambio di scena- ranno da Bach a Stockhausen da Dowland a Morricone, «Les illuminations», pagina datata 1939. Del musicista
marzo (biglietti a 13 euro, ab- rio: dalla capitale austriaca ci da Piazzola a Jobim. La setti- passando per Haendel e austriaco, di cui nel 2011 si celebrano i cento anni dalla
bonamento a 9 concerti 98 si sposta in Irlanda con i mu- mana successiva, il 6 marzo, Theodorakis. morte, in programma la «Sinfonia numero 4. La vita
euro, informazioni allo sicisti del Birkin tree che ar- protagonisti saranno l’arpa di Il 10 aprile concerto fuori ab- celestiale», grande affresco di colori che si chiude con
02.36.59.56.71). riveranno in città con gli stru- Monika Stadler e le percus- bonamento con Porroni, l’ar- la voce del soprano che fa risuonare un canto poetico
Apre la stagione l’ensemble menti tradizionali della loro sioni di Franz Schmuck. pista scaligera Luisa Prandi- che invita alla gioia.
Duomo di Roberto Porroni, terra. Il 13 marzo tocca a uno spet- na e il ballerino di flamenco Il maestro Temirkanov (P.Dolf.)
direttore artistico dei Con- Il 20 febbraio si vola in Ar- tacolo dedicato ad «Abelardo José Moro.

CHIESA
IN CAMMINO

Tettamanzi Chiese cristiane


Incontro
con i catechisti A San Marco
per i “Cento giorni un albero per il dialogo
cresimandi”
«È smarrito
il senso della vita»

Con il cardinale 700 educatori,


all’Auditorium salesiano
“Don Bosco”,
per la presentazione
dei “Cento giorni cresimandi”
(Fotogramma)

«Aiutate i giovani a capire U


Il melograno piantato (Fotogramma)

n albero di melograno per Milano. È

quali sono i valori più alti»


piantato, da ieri, nel giardinetto del-
la chiesa di San Marco, visibile cam-
minando su via Fatebenefratelli: è in me-
moria di Martin Lutero ed è simbolo del cam-
mino di unità delle Chiese cristiane, di cui si
celebra la Settimana di preghiera fino a mar-
tedì. Era presente una delegazione della
Chiesa luterana tedesca, ieri a Milano, e poi
DI ANNALISA GUGLIELMINO ha chiamato «un ministero» a tutti gli smarrito il senso della vita», ha cui rispondere con «la testimonianza a Roma, per un ideale ponte fra Wittemberg
effetti, è sempre più difficile. aggiunto Tettamanzi. Compito della vostra esperienza ecclesiale, (la città di Lutero) e Milano, nella cui chiesa
è la suora venuta da «I giovani, uomini e donne di domani principale dei catechisti, che in capace di contagiare i ragazzi e di San Marco, secondo la tradizione, sog-
C’ lontano, piccoli occhiali
tondi sopra il viso color
castagna. Ci sono le madri di
– ha detto il pastore ambrosiano –,
hanno bisogno di essere caricati di
speranza, cercano valori alti, più alti
diocesi sono oltre 15mila (4mila solo
quelli dedicati alla preparazione della
Cresima) è per Tettamanzi «mettersi
spronarli a prendere parte alla vita
della Chiesa e alla sua missione». Le
parole dell’arcivescovo
giornò Lutero nel suo viaggio verso Roma
nel 1510. A comporre la
delegazione, accompa- Piantato ieri
famiglia, che di ragazzi si occupano delle cose umane». Intorno a loro, in ascolto» dei giovani. Accogliere le raggiungeranno i singoli oratori, gnata in un momento di
da tutta la vita. Ci sono anche i spesso c’è infatti «la miseria di chi ha loro «domande spesso spiazzanti», a parrocchie e Comunità pastorali che preghiera dal responsabi- dalla delegazione
giovani, liceali o giù di lì, felpe col stanno vivendo la Settimana le diocesano per l’Ecume- dei Luterani
cappuccio e voce intonata sui canti L’APPUNTAMENTO dell’educazione, dal 21 al 31 gennaio nismo, monsignor Gian-
dell’oratorio. Ieri pomeriggio, erano (giorni di Sant’Agnese e San Giovanni franco Bottoni, la delega- tedeschi
almeno 700 i catechisti e le catechiste Bosco, protettori dei giovani) zione era composta da al- Simbolo ecumenico
di ogni età riuniti per dare l’avvio proposta dalla Conferenza episcopale cuni vescovi della Confe-
insieme all’arcivescovo Dionigi
Tettamanzi ai “Cento giorni
In 30mila verso l’incontro a San Siro italiana e che anche a Milano si sta
svolgendo dentro gli orientamenti
renza episcopale luterana
di Germania, guidata da
verso il cammino
cresimandi”, il cammino che eta” del cammino proposto. L’incontro di ieri, pastorali della Cei per il decennio Johannes Friedrich, suo
di unità
completerà la preparazione di oltre
30mila ragazzi alla Cresima. «Affinché
possiamo essere testimoni verso
“M dei Cento giorni è
l’appuntamento
diocesano dei cresimandi a San
posto all’inizio della Settimana
dell’educazione, è stato rivolto
invece ai catechisti dei
2010-2020, «Educare alla buona vita
del Vangelo». I catechisti sono
invitati, spiega don Samuele Marelli,
presidente e vescovo del-
la Chiesa di Baviera. Nel novembre 2009 era
stata la diocesi di Milano a partecipare in
coloro che ci affidi – diceva la Siro, insieme al cardinale cresimandi. Gli altri due responsabile del Servizio per i Germania all’inaugurazione del «Giardino
“Preghiera dell’educatore”, che hanno Tettamanzi. Il cammino prevede itinerari specifici per gli ragazzi, gli adolescenti e l’oratorio, a di Lutero» piantando un suo albero. La Fe-
recitato – rendici coerenti nelle l’approfondimento dei adolescenti e i quattordicenni ispirarsi a san Carlo Borromeo: la sua derazione luterana mondiale, in prepara-
scelte, coraggiosi nel compiere il contenuti della nuova lettera della Professione di fede «Scuola della dottrina cristiana» è un zione alla celebrazione del quinto centena-
bene che ci sta dinnanzi e che l’arcivescovo ha scritto ai saranno presentati agli vero e proprio «antenato» rio delle Tesi di Wittenberg (la Riforma pro-
determinati nel mettere in pratica la ragazzi della Cresima, dal titolo educatori in due momenti dell’oratorio. Con le sue ricchezze (i testante), che si celebrerà nel 2017 (e che do-
tua Parola». «Santi? Si può» (ed. Centro successivi presso il Seminario di tanti “don”, le suore, gli educatori di vrà essere di grande portata ecumenica nel
E «determinati», oltre che Ambrosiano). La consegna a Seveso: l’Osservatorio tutte le età) l’oratorio, ha detto ieri cammino dell’unità dei cristiani), realizzò
«perseveranti, sereni e coraggiosi», ha ciascun ragazzo della lettera e la adolescenti (sabato 5 febbraio) e Tettamanzi, è un’eperienza nel 2008 il Giardino di Lutero, progettato dal-
chiesto loro di esserlo lo stesso sua rilettura in gruppo sono l’Osservatorio preadolescenti ambrosiana «che in tanti invidiano e lo studio milanese dell’architetto-paesaggi-
cardinal Tettamanzi, «consapevole» parte integrante del cammino (sabato 26 febbraio). vorrebbero esportare anche nelle sta Andreas Kipar.
che il loro compito, anzi quello che proprie Chiese». (A.G.)

In viaggio con un «Cuore di cactus» Festa a Cernusco per i trent’anni


della residenza «Monsignor Biraghi»
che resta a «guardare», sen- bro nero» di Pamuk. Istan- lermitano trapiantato a Mi- DI PIERFRANCO REDAELLI aggiunto il sindaco, Eugenio Comincini
Il diario di Antonio za sentirsi «umiliata e stra- bul è Milano. O, nei ricordi, lano, dà corpo e voce all’ap- – una grande struttura che allevia i
volta», Antonio Calabrò, cro- Palermo. Sfiora il cactus che passionante «diario in pub- ccogliere, sanare, bisogni della società». La superiora fra il
Calabrò, dalla sua
Palermo a Milano
Fausto Russo Alesi
nista dello storico quotidia-
no «L’Ora», decide di lascia-
re la sua città: «Non si pos-
ha in salotto – la pianta più
amata «perché conserva
sempre l’acqua e la vita, an-
blico» di Calabrò. Con quel-
la «ferita aperta» che autore
e interprete cercano di leni-
«A custodire»: questo
il motto che guida
le suore Marcelline che da
1951 e il 1986 portò le suore Marcelline
in tutto il mondo aprendo ovunque case
d’accoglienza e scuole. La casa di
sono fare i giornali piangen- che nel deserto» – e scrive. re attraverso il racconto. U- trent’anni sono il cuore della Cernusco fu dedicata a Birgahi che fu
lo porta in scena do». Via. Altrove, a cercare u- L’atto di liberazione, dopo 35 no spettacolo che è un can- residenza per anziani consigliere comunale in città e
na nuova dimensione, sen- anni lontano da Palermo, to alle proprie origini isola- “Monsignor Luigi Biraghi” di presidente della Congregazione della
al «Franco Parenti» za mai dimenticare. «Anda- per dare forma all’Odissea ne, ma dedicato al desiderio Cernusco sul Naviglio, una casa carità. Quando si evoca il suo nome, si è
re per mare, per ritrovarsi». che ognuno vive dentro per di partire, senza cedere all’i- di riposo fondata nel 1981 da detto nella cerimonia di ieri, si
A Milano, il cuore del Nord. ricongiungersi con la pro- dea che andarsene sia stato madre Elisa Zanchi. Un istituto riconosce anche il ruolo prezioso che
DI GIUSEPPE MATARAZZO Qui Calabrò è libero di vola- pria terra. Ecco «Cuore di qualcosa di simile a un tra- all’avanguardia, che ospita oggi questa la casa di riposo a lui intitolata
re: diventa direttore edito- cactus» (Sellerio), una storia dimento. Perché a vincere è circa 200 anziani. Ieri mattina, svolge in città nell’interesse degli
o strappo arriva in un riale del Sole 24 Ore, dirige di «partenze» e di «ritorni» la speranza. Quella che in per celebrare i 30 anni di fondazione, è anziani ma anche delle loro famiglie.
L pomeriggio d’agosto
del 1985. Il corpo del
commissario Ninni Cassarà
l’Apcom, è oggi direttore de-
gli Affari istituzionali e cul-
turali di Pirelli.
che fino al 6 febbraio ani-
merà anche il palcoscenico
del Teatro Franco Parenti,
fondo c’è in tutti i siciliani
che ancora oggi lasciano lo
scoglio per il mare. Teatro
Ieri una cerimonia
in onore
stato benedetto nell’atrio della casa di
riposo un grande medaglione con la
figura di madre Elisa. «Una figura
Qui gli ospiti sanno di essere «a casa
loro», di vivere fra tanti amici, con un
prezioso staff medico, accompagnati
giace a terra. Ucciso dai col- Ma Palermo è sempre lì, che grazie all’adattamento tea- Franco Parenti, via Pier della fondatrice, straordinaria» l’ha definita il prevosto, dall’incrollabile affetto e dalle cure
pi di Cosa nostra, in via Cro- parla. Così, in una sera di trale di Fausto Russo Alesi. Il Lombardo 14, martedì/ve- don Ettore Colombo, presiedendo la premurose delle suore Marcelline e di
ce Rossa. Di fronte all’amico «tormenti» nella sua casa sui giovane e pluripremiato at- nerdì h. 20.30, sabato h. madre Elisa Zanchi cerimonia. «Ha regalato a Cernusco – ha tanti volontari.
senza vita e a una Palermo Navigli, Calabrò rilegge «Il li- tore e regista, anche lui pa- 19.45, domenica h. 16.