You are on page 1of 1

da Bertinetto (Il pensiero dei suoni)

Somiglianze comportamentali/formali tra musica e linguaggio (alcune):

-sono eventi che si svolgono nel tempo attraverso connessioni sequenziali di elementi

-consentono di generare un numero illimitato di nuove sequenze

-condividono il mezzo naturale uditivo-vocale

-in molte culture sono codificati da sistemi notazionali di scrittura

-condividono la suddivisione in tre componenti: fonologia, sintassi e semantica

Kivy: la musica ha una sintassi, non una semantica; D. Cook: la musica possiede una sorta
di vocabolario

In merito a Kivy:

‘… ma quando parliamo del significato di un’opera musicale, non intendiamo il significato


lingustico, basato sul riferimento tra i termini e le strutture di un linguaggio e il mondo.
Piuttosto il significato risiede in questo caso proprio nel contenuto : negli elementi sonori
non formali, ma anche in caratteristiche espressive, possibilità rappresentazionali e
simboiche più o meno allusive, riferimenti metaforici ecc.’ (p. 60)

Wittgenstein: ‘la melodia è una specie di tautologia, compiuta e conclusa in se’ (1921)