You are on page 1of 1

Brunello di Montalcino

Il brunello di Montalcino è un vino rosso prodotto in Toscana, nel territorio del comune di Montalcino in
provincia di Siena. Si chiama brunello perché era una varietà di uva, però nell 1879, è stato trovato che brunello e
Sangiovese, una altra varietà di uva, erano lo stesso tipo di uva.

La storia dell Brunello è vecchia. Ci sono rapporti sul il vino del Medioevo. A metà del diciannovesimo secolo,
un contadino chiamato Clemente Santi, ha isolado alcune varietà della Sangiovese per produrre un vino 100% puro.
La produzione di questo vino è stata fatta più tarde da suo nipote Ferruccio Biondi-Santi, che há prodotto la versione
moderna del Brunello di Montalcino, invecchiato per um decennio in botti di legno.

Dopo la seconda guerra mondiale, il brunello è sviluppato la reputazione di essere uno dei vini più raro
d’Italia. Questo ha incoraggiato altri contadini per produrre il vino. In 1968, la regione há ricevuto lo status di
Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG), che è una etichetta che garantisce la qualità del vino.

Uva

Il nome dell’uva deriva dal latino, che significa Sanguis Jovis (Sangue di Giove). Cresce bene sul suoli ad alta
concentrazione di calcare. In Moltalcino c’è questo tipo de terreno alternando con depositi di galestro. Le piante
hanno bisogno di un grande periodo di crescita. Hanno bisogno anche de un clima caldo però non troppo caldo
perché l’uva può perdere sua qualità.

Invecchiando il vino

Per invecchiare il vino bisogna di una buona base composta da tannini, acidità, álcool, zucchero e uma uva di
qualità. I tannini sono responsabili dell’astringenza; l’acidità è responsabile della freschezza e l’uva è responsabile del
gusto. Col tempo i tannini si ammorbidiscono, il frutto diventa meno forte e la acidità conserva la freschezza. I
produttori tradizionali invecchiano il vino in botti di 25 a 50 ettolitri fatti da quercia slovacca.

Ho cercato i prezzi delle bottiglie e ho trovato prezzi 200,00 e 5000,00 reali secondoil raccolto.

Riferimenti

http://revistaadega.uol.com.br/artigo/vinho-bom-e-vinho-velho_3196.html

https://sonoma.com.br/explorar/regioes/tudo-que-precisa-saber-sobre-o-brunello-di-montalcino-parte-3-de-3

https://en.wikipedia.org/wiki/Brunello_di_Montalcino