You are on page 1of 8

William

Butler Yeats
Verso Bisanzio
Poesie
a cura di Dario Calimani
con testo a fronte

Marsilio
Traduzione dallinglese
di Dario Calimani

Dipartimento di Filosofia
e Beni Culturali

2015 by Marsilio Editori s.p.a. in Venezia


Prima edizione: marzo 2015
ISBN 978-88-317-1929-2
www.marsilioeditori.it
INDICE

13 Introduzione
di Dario Calimani
37 Lautore e lopera
43 Nota alla traduzione
45 verso bisanzio. poesie
46 incroci (1889)
46 Ephemera
48 La pazzia di re Goll
52 Il bimbo rapito
56 Nei giardini dei salici
56 la rosa (1895)
56 Alla Rosa sulla croce del tempo
58 Fergus e il druido
60 La Rosa del mondo
62 Lisola sul lago di Innisfree
62 La piet damore
64 Lo spasimo damore
64 Luomo che sogn il paese delle fate
68 Dedica per un libro di racconti di romanzieri irlandesi
70 Il lamento del vecchio pensionato
70 I due alberi
74 il vento fra le canne (1899)
74 Il canto di Aengus lerrante

7
76 Il berretto a sonagli 144 Meditazioni in tempo di guerra civile
78 Il travaglio della passione 144 Il nido dello storno vicino alla mia finestra
146 Vedo gli spettri dellodio e del cuore gonfio
78 nei sette boschi (1904) e del vuoto che viene
78 La maledizione di Adamo 148 Millenovecentodiciannove
82 Oh, non amare troppo a lungo 158 Leda e il cigno
82 lelmetto verde e altre poesie (1910) 158 Fra le scolare
82 Non unaltra Troia 164 la scala a chiocciola e altre poesie (1933)
84 Riconciliazione 164 In memoria di Eva Gore-Booth e Con Markiewicz
84 Il fascino di ci che difficile 166 Dialogo del s con lanima
86 La saggezza arriva col tempo 170 Il diciannovesimo secolo e oltre
86 La maschera 170 Coole e Ballylee, 1931
86 responsabilit (1914) 174 Bisanzio
86 Versi introduttivi 176 Parole per musica forse
176 Jane la pazza parla con il Vescovo
88 Settembre 1913
90 A unombra 178 Dopo tanto silenzio
92 I tre eremiti 178 nuove poesie (1938)
94 Perch scenda la notte 178 Le spirali
94 I Magi 180 Lapislazzuli
96 Un mantello 184 Un acro derba
96 Versi conclusivi 186 Cose elevate e belle
98 i cigni selvatici a coole (1919) 186 Il gran giorno
98 I cigni selvatici a Coole 186 Lo sprone
100 In memoria del maggiore Robert Gregory 188 Rivisitando la Galleria Municipale
106 La clavicola di una lepre 192 ultime poesie (1939)
108 I sapienti 192 Cuchulain confortato
108 Il popolo 194 Linsetto dalle lunghe zampe
110 Giuramento solenne 196 Parlare alto
110 Presenze 196 Luomo e leco
112 Ego Dominus Tuus 200 La diserzione degli animali del circo
118 La duplice visione di Michael Robartes 202 La politica
122 michael robartes e la ballerina (1921)
122 Pasqua 1916 207 Note ai testi
126 Verso il levar del sole
128 Il Secondo Avvento 245 Bibliografia

130 la torre (1928)


130 Verso Bisanzio
132 La torre

8 9
Ad Anna,
che ho accompagnato devoto in ogni scelta.
E a Simon e Susanna,
che mi hanno ricambiato.

Gratitudini

A Pietro De Logu,
perch quando leggo Yeats penso a lui che me lha fatto conoscere.
Ma lo penso anche quando non leggo;

ad Angelo Righetti,
perch il pi bel dono che la ricerca mi ha fatto negli anni stata
la possibilit di scambiare con lui passione di vita e di studio;

agli antichi allievi, Paolo Steffan, Silvia De Min, Fabio Fantuzzi,


Giada Iannelli, Nicol Groja, vittime privilegiate di letture yeatsiane
fra i monti; a Sylvie Cocco, che continua a seguire; a Maddalena
Lotter, per spunti poetici e musicali;

a Helen Vendler,
esimia studiosa, che mi ha onorato della sua lettura sicura;

e a Giovanna Mochi,
che con scrupolosa dedizione ha fatto la sua parte per un risultato
migliore.
INTRODUZIONE

Mad Ireland hurt you into poetry 1


W.H. Auden, In Memory of W.B. Yeats (1939)

Leggere Yeats prescindendo dalla sua biografia e dalla


sua epoca impossibile. La sua opera instaura, infatti, un
dialogo incessante con larte, con la storia dIrlanda e con
le figure della vicenda personale del poeta, storia e figure
che non sono puro sfondo o cornice della poesia, ma ne
sono ispirazione e stimolo. Eppure, bench strettamente
legata alle circostanze della vita privata e pubblica e talo-
ra da quelle determinata, la passione artistica crea un mon-
do che trascende magicamente la realt e vive di straordi-
naria vita propria. Alla fine, i dettagli del reale, che della
poesia sono occasione e pretesto, risultano ininfluenti e
lontani, e il particolare assume la dimensione universale
che attiene ai capolavori dellarte e alla permanenza del
loro messaggio. Si coglie, da questa osservazione prelimi-
nare, il senso di una tensione che sostanzia la poesia di
Yeats, fra lansia terrena e laspirazione a un ideale di arte
assoluta. certamente un percorso irto di contraddizioni,
che la poesia svela in modo anche lancinante, ma che fini-
sce per costituire una delle caratteristiche pi umane
dellespressione artistica yeatsiana, quella crisi interiore in
cui lanimo o la coscienza si dibattono senza sosta di fron-
te agli avvenimenti della vita e della storia. E lio diviso

13
vive le contraddizioni che lo lacerano e ne prende atto, Ladesione al progetto di unIrlanda indipendente sof-
mentre cerca di placare nellarte langoscia, teso a una loro ferta. vero che, almeno in parte, Yeats poeta della
impossibile conciliazione. decolonizzazione 3, ma muove nel tempo da un nazionali-
Discendente degli inglesi protestanti che colonizzarono smo estetico a un nazionalismo politico non praticato, per
lIrlanda, Yeats non legato alla temperie politico-cultu- tendere infine, atterrito dalla violenza delle masse, a un
rale vittoriana; invece attratto dallantica tradizione irlan- ideale estetico puro. Spirito conservatore, mentre cerca di
dese, convinto che dal recupero della sua cultura il paese educare il popolo, ne teme la trasformazione in plebaglia.
possa riconoscersi nazione. Ma dellIrlanda non ama il Antidemocratico, ammiratore del fascismo italiano e delle
puritanesimo vetero-cattolico, il provincialismo, il mercan- Blueshirts 4 irlandesi, scrive nel 1939, poco prima di mori-
tilismo borghese. Si ritrova, cos, irlandese a Londra e re, un saggio delirante (Sulla caldaia 5) e un dramma selvag-
inglese a Dublino, poeta di lingua inglese in contrasto con gio, Purgatorio, portatore di un messaggio eugenetico e
la poesia inglese ufficiale del suo tempo, e in dissonanza apocalittico 6. Un genio letterario reazionario, come Lawren-
sia con lambiente protestante che con quello della mag- ce, Eliot, Pound, Lewis, da apprezzare per la sua poesia,
gioranza cattolica. Lo scontro fra coscienza individuale e assai meno per la sua umanit. Pi che condannare o giu-
coscienza collettiva si risolve in un conflitto fra emozione stificare le sue idee, ha senso riconoscerle, senza cercare di
e ragione: la crisi del sistema diventa crisi personale. Yeats relativizzarne loscurantismo imputandolo a ingenuit, ad
concepisce allora una cosmogonia razionalizzante fondata anticomunismo, alla situazione in Irlanda o al clima in
sulla violenza, ma quando vede il sangue sulluscio di casa Europa, perch da un intellettuale ci si potrebbe attendere
grida alla barbarie. Modernista altero, odia il moderno di pi. Il riconoscimento della sua grandezza di poeta indu-
perch antitradizionale, antiaristocratico, antipoetico. Un ce nel lettore un qualche disagio. Nella poesia Un acro
io diviso, incapace di scegliere fra corpo e anima, fra men- derba, scrive: La mia tentazione la quiete, e Denis
te e cuore, fra vita e arte, fra tempo ed eternit. Donoghue, a commento della sua crescente piega reazio-
Impegnato a formare la coscienza popolare, disprezza naria, chiosa: a volte vorremmo che lo avesse fatto 7.
la massa e legualitarismo. Del resto, teorizza, da un lato, Sospesa fra estremi e contraddizioni, la poesia sacrifica
un teatro accessibile al popolo che non disdegna farsa e la propria coerenza pur di essere onesta con se stessa.
allegoria, e, dallaltro, un teatro raffinato ed esclusivo per Nellatto creativo il poeta perfeziona di continuo tecnica
persone di intelletto e sensibilit 2. La paura della massa e stile, ma anche se stesso, e ricerca quellunit, Unit
gli far scrivere: pura anarchia si scatena per il mondo, dellessere (Unity of Being), che nostalgia tipica del
/ la fiumana torbida di sangue si scatena (Il Secondo modernismo 8. Una poiesi che lartista risolver, al culmi-
Avvento). Le immagini apocalittiche, nel riflettere la ten- ne del suo impegno, in concezione altera di s trasfigura-
sione della scena politica irlandese, replicano anche le to in opera darte, come per una trasformazione alchemi-
contraddizioni dellanima e fanno affiorare turbamenti del- ca. Si comprende, allora, perch si sia occupato per tutta
la coscienza che spesso la sintassi interpreta con un pro- la vita di scienze occulte e indagini mistiche, attratto da
cedere contorto e protratto. tutto ci che prometteva di aprire una finestra sul mondo

14 15
dello spirito e di offrire una giustificazione allirrazionale in modo cos profondo come accaduto a Yeats e alla
della storia. storia dIrlanda tra fine Ottocento e primo Novecento.
Yeats non conosce il pudore. Largomento della sua Una vita al servizio di unidea: ricostruire attraverso la let-
poesia sono le sue idee, le sue passioni, le sue frustrazioni. teratura e il teatro lidentit del paese, oltraggiata da seco-
I poeti scrivono sempre della loro vita personale [...] non li di colonizzazione britannica. Lui, fiero di posare a erede
parlano mai in modo diretto [...], c sempre una fanta- della Ascendancy, le famiglie protestanti aristocratiche di
smagoria 9, confessa presentando la propria opera. E la origine inglese, sposa la causa dei nativi irlandesi, disere-
vita riempie il testo e ne straripa, e si giustappone alla dati e cattolici, e li unisce in una sua mitica fantasia con
storia e al mito, anticipando, con tecnica pi tradizionale, aristocratici e artisti: le Aristocrazie hanno creato le bel-
il metodo mitico modernista di Eliot e di Joyce. La per- le maniere perch il posto che occupano nel mondo le
sonalizzazione yeatsiana dei temi, invece, contraddice colloca al di sopra della paura della vita, e i contadini
manifestamente lantiromantica teoria eliotiana sullimper- hanno creato belle storie e belle credenze, perch non
sonalit dellartista 10, al punto che Eliot rimetter in discus- hanno nulla da perdere e cos non hanno paura, e gli arti-
sione il proprio pensiero, mostrando, seppur tardivamente, sti hanno creato tutto il resto, perch la Provvidenza li ha
di apprezzare la poesia che sa esprimere una verit uni- colmati di noncuranza. E tutti loro si ricollegano a una
versale ricavandola da unintensa esperienza personale per lunga tradizione 13. Rimane, per, aspro critico della gret-
conservare tutta la specificit della sua esperienza e farne tezza e del materialismo della borghesia cattolica.
un simbolo generale 11. Yeats non si nasconde: le masche- Paradossalmente, a fine Ottocento, il potere della mino-
re impersonali di cui si fa velo sono figure complemen- ranza protestante messo in crisi proprio dallinfluenza
tari dellio, personalit opposte alla sua con le quali aspi- crescente del nazionalismo cattolico e dal movimento per
ra a identificarsi, per raggiungere unutopica completezza lautogoverno (Home Rule) di Charles Stewart Parnell, un
dellessere, la fusione di s (self) e non-s (anti-self). proprietario terriero protestante molto ammirato da Yeats.
Al centro della poesia c sempre il poeta, che con le Lattivit letteraria iniziale cos tutta dedita alla risco-
sue mitopoiesi, ma anche con gli amici e le figure della perta romantica dellantico spirito celtico dellIrlanda, sul-
cultura, della politica e della storia, costruisce la scena in la scia del pionieristico Sullo studio della letteratura celtica
cui inserire se stesso, fondendo il privato con il pubblico (1867) del poeta inglese Matthew Arnold, che con la sua
per un significato che trascende la vicenda personale. Il idea di un mondo ingenuamente magico e sognante
distanziamento estetico conferito dalle maschere e talora influenzer la Rinascita celtica. Ad Arnold, Yeats dedica il
unambigua impersonalit gli permettono di assumere sen- saggio Lelemento celtico in letteratura (1897), convinto che
za imbarazzo ora la voce del vate ora quella del profeta, lantica bellezza delle leggende irlandesi arricchir di sim-
perch tutto quello che personale presto si guasta; boli memorabili 14 la cultura dellepoca. Cos, per dare
devessere avvolto nel ghiaccio e nel sale 12. La vita, tra- allIrlanda dignit culturale, raccoglie racconti e leggende
sfusa nellarte, nellarte continua a vivere. e getta le basi per un teatro nazionale. Obbligata per
Raramente un poeta e la sua epoca si sono determinati la dipendenza dalla lingua inglese, anche se c chi, come

16 17