You are on page 1of 48

Il Modello ISLM

Economia Monetaria
Andrea F. Presbitero
a.presbitero@univpm.it
Dipartimento di Economia
Universit`
a Politecnica delle Marche

1415 Marzo 2007

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Introduzione

Il modello ISLM sintetizza il funzionamento del sistema


economico.
Si ipotizza che:
1
2

i prezzi siano fissi (esogeni),


le imprese siano disposte a soddisfare la domanda (dati i
prezzi),
leconomia sia chiusa.

I due mercati rilevanti per lanalisi sono:


1
2

Il mercato reale Curva IS


Il mercato monetario Curva LM

Il sistema `e rappresentato in funzione di due variabili chiave:


1
2

Il livello del reddito Y


Il tasso di interesse i

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Mercato dei beni: Curva IS


La condizione di equilibrio prevede luguaglianza tra produzione
(PIL) e domanda aggregata:
Y
|{z}

produzione

C
I + G}
| +{z

(1)

domanda aggregata

dove:
C il consumo `e funzione positiva del reddito
disponibile (Y T ) e della ricchezza ();
I gli investimenti sono funzione negativa del tasso
di interesse (i) e positiva del livello di reddito (Y ) e
della q di Tobin;
G rappresenta il livello esogeno di spesa pubblica
(domanda del settore pubblico)
Quindi la domanda aggregata `e funzione di:
, Y T
) + I ( i , Y , q) + G

DD = C (
+

A. Presbitero

+ +

Il Modello ISLM

(2)

The Keynesian Cross


La DD pu`o essere tracciata nel piano (D,Y), come una curva inclinata
positivamente, poiche la domanda desiderata aumenta con il reddito, ma
meno che proporzionalmente.
D

Il consumo e funzione del reddito


disponibile:

45

C = C0 + c(Y T ) = C0 + c[(1 t)Y ]

DD
A

Gli investimenti sono definiti come:


I = I0 bi

45

Domanda aggregata
= C0 + c[(1 t)Y ] + I0 bi + G
= A bi + c[(1 t)Y ]
DD = C + I + G

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Derivazione della IS
D
45

i' < i*

DD'(i')
B

Una riduzione del tasso di interesse da i*


a i stimola gli investimenti.
La curva DD si muove verso lalto (DD).

DD(i*)

Nel nuovo equilibrio B il reddito


maggiore (Y 0 > Y ).

Nel piano (i,Y) la curva IS traccia la


relazione negativa tra tasso dinteresse
nominale e PIL reale.

45
Y
Y*

Y'

Dato Y = DD, allora:


Y = A bi + c[(1 t)Y ], da cui:

Eccesso
di domanda

i*

Y =

1
(A bi)
[1 c(1 t)]

La pendenza della IS dipende da:

i'
Eccesso
di offerta
Y*

1
IS

Y'

reattivit
a (-) di C e I a variazioni di i
moltiplicatore (-)

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Caratteristiche della IS

D
45

G' > G*

DD'(G')
B

DD(G*)

45
Y
Y*

Y'

i*

IS'

Per determinati valori delle variabili


esogene, la IS rappresenta le
combinazioni di i e Y coerenti con
lequilibrio sul mercato dei beni.
Variazioni delle variabili esogene
(politica fiscale, aspettative degli
imprenditori, ricchezza) spostano la
curva IS.
Ad esempio, al tasso di interesse
costante i*, un aumento della spesa
pubblica (G 0 > G ) fa muovere verso
lalto la DD. Nel nuovo equilibrio B il
prodotto maggiore del livello iniziale e
la curva IS si sposta verso destra.

IS

Y*

Y'

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Mercato della moneta: Curva LM


La curva LM descrive quali sono i livelli del tasso di interesse
nominale e del PIL reale compatibili con lequilibrio sul
mercato della moneta.
Ipotizziamo che lofferta di moneta nominale da parte della
Dato che anche i prezzi sono
Banca Centrale sia data (M).

costanti, la BC fissa quindi lofferta di moneta reale ( M


P ).
La domanda di moneta da parte di famiglie, imprese e settore
pubblico `e funzione positiva del reddito e negativa del tasso di
interesse nominale.
Condizione di equilibrio

M
P
|{z}

Offerta di moneta

A. Presbitero

L(Y , i )
| {z }

Domanda di moneta

Il Modello ISLM

(3)

Derivazione della LM
i

Eccesso
di offerta

Y' > Y*
B

i'

i*

LM
B

i'

i*

Eccesso
di domanda

M (Y')
Md(Y*)
M

Y*

Y'

Un aumento esogeno del reddito (Y 0 > Y ) accresce la domanda di


moneta per scopo transattivo: la curva si muove verso destra
(M d (Y 0 )).
A parit`a di offerta, il mercato `e in equilibrio solo se diminuisce la
preferenza per la liquidit`a.
Il tasso di interesse cresce e si passa da C al nuovo equilibrio B.
Nel piano (i,Y) la curva LM traccia la relazione positiva tra tasso
dinteresse nominale e PIL reale.
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Derivazione della LM (2)

La domanda di moneta si compone di una parte di domanda


per transazioni ed una a scopo speculativo:
+
+

Md
= L(Y , i ) = MTd (Y ) + MSd ( i )
P

(4)

In corrispondenza di bassi livelli di reddito (Y 0 ), la domanda a


scopo transattivo sar`a bassa, ma quella speculativa e elevata.
Attese di rialzo dei tassi fanno temere perdite in conto
capitale: vendita di titoli e forte domanda di scorte monetarie
(preferenza per la liquidit`a)
Loppoto si verifica con tassi alti: elevate MTd e attese di
ribasso di i.

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Derivazione della LM (3)


i

i''
Md(Y')

i'

Md(Y'')

A
Md(Y'',i)
Md(Y',i)
M

LM
i''

A
i'

Y'

A. Presbitero

Y''

Il Modello ISLM

Caratteristiche della LM
La pendenza della curva LM `e funzione della sensibilit`
a:
1 della domanda di moneta al prodotto (+)
2 della domanda di moneta al tasso di interesse (-)
Effetti di un aumento dellofferta di moneta
0 >M
si crea un eccesso di offerta di moneta al tasso i*. Per un dato
Con M
livello di reddito Y*, il tasso di interesse compatibile con lequilibrio `e minore
(per indurre la gente a detenere maggiori quantit`
a di moneta). Quindi, si passa
da A a B e la curva LM si sposta verso il basso.

M*

M'

i
LM(M*)
M' > M*

i*

i'

LM(M')

A
i*

i'

Md(Y*)
M

A. Presbitero

Y*

Il Modello ISLM

Y'

Mercato della moneta e mercato dei titoli


Ipotizziamo che le attivit`a finanziarie possano essere classificate in
due soli gruppi:
1
2

Moneta
Attivit`
a che fruttano interessi (Obbligazioni)

La ricchezza finanziaria totale del sistema economico `e composta


dalla quantit`a reale di moneta e dalle obbligazioni in termini reali:
Ms
+ Bs
P
Il vincolo di bilancio patrimoniale ci dice che:
W =

W = L(Y , i) + B d

(5)

(6)

Sostituendo la 6 nella 5, otteniamo che quando il mercato della


s
moneta `e in equilibrio (L = MP ), lo `e anche il mercato delle
obbligazioni (B d = B s ):
Ms
L(Y , i)
+ Bd Bs = 0
| {z }
P
|
{z
}
Mercato dei titoli

Mercato della moneta


A. Presbitero

Il Modello ISLM

(7)

Equilibrio macroeconomico
Condizione per lequilibrio simultaneo
Il tasso di interesse nominale e il reddito reale devono essere a
livelli tali da portare in equilibrio sia il mercato dei beni, sia quello
della moneta

Il punto E definisce lunica coppia (Y*,i*)


che soddisfa sia la IS che la LM.

Ad un tasso minore (i) si determinerebbe


uno squilibrio: il reddito dovrebbe essere
minore (Y0 ) per portare in equilibrio il
mercato monetario, ma maggiore (Y1 )
per lequilibrio reale.

LM
E
i*

i'
IS

Y
Y0

Y*

N.B. Valgono sempre le ipotesi di prezzi


fissi (breve periodo) e imprese che
soddisfano qualunque livello di domanda
ai prezzi correnti.

Y1
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Aggiustamento verso lequilibrio


Processo di aggiustamento
Il processo di aggiustamento che segue uno spostamento delle curve
(dovuto a variazioni delle variabili esogene) non si esaurisce
immediatamente con uno spostamento da E 0 a E
La produzione aumenta quando c`e EDG
e si riduce in caso di ESG (aggiustamento
delle scorte)
Il tasso di interesse aumenta (diminuisce)
in caso di EDM (ESM): Per soddisfare
leccesso di domanda di moneta gli
individui vendono titoli:

i
I

LM
E*

II

ESG
EDM

EDG
ESM
E'
III

Da E a E si assister`
a ad un aumento
del reddito seguito da un aumento dei
tassi a causa dellEDM.
A. Presbitero

IV

i*

EDM EST VenditaT PT i


0

ESG
ESM

EDG
EDM

IS

Y
Y*

Il Modello ISLM

Politica Monetaria
Obiettivi della politica monetaria
La Banca Centrale manovra la quantit`a di moneta e, quindi,
influenza i tassi di interesse nominali e il reddito reale.
Strumenti della politca monetaria
Tramite operazioni di mercato aperto, la Banca Centrale
acquista titoli in cambio di moneta, aumentando cosi la quantit`a
di moneta, o vende titoli in cambio di moneta, riducendone la
quantit`a in circolazione.
Scopo di unoperazione di mercato aperto e di modificare il
rapporto relativo tra offerta di moneta e offerta di titoli. In questo
modo si modifica il rendimento (tasso di interesse) con cui il
pubblico `e disposto a detenere questa nuova composizione delle
attinvit`a finanziarie.
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Acquisto sul mercato aperto


Processo di aggiustamento
s

i
LM*

Laumento di MP crea uno squilibrio di


portafoglio (ESM):
ESM EDT AcquistoT PT i

E*

LM'

i*

i'

E'

Bassi tassi di interesse stimolano gli


investimenti: il sistema economico si
muove lungo la LM espandendo la
produzione fino al nuovo equilibrio E 0 .

Durante il processo di aggiustamento i


tassi aumentano perche laumento di Y
accresce la domanda di moneta.

Lefficacia della politica monetaria


dipende dallinclinazione delle curve.

IS
E''
Y
Y*

Y'

un aumento di M, fa
Dati P,
s
aumentare MP e sposta la LM
verso il basso. Il nuovo equilibrio
e
in E 0 , con tassi minori e
produzione maggiore.

La riduzione dei tassi fino a E 00 genera


uno squilibrio sul mercato reale (EDG).

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Trasmissione della politica monetaria


Il meccanismo di trasmissione
E il processo con cui le variazioni nella politica monetaria influiscono
sulla domanda aggregata. Consta di due stadi:
1

variazioni dellofferta di moneta, poich`e generano squilibri di


portafoglio, modificano il tasso di interesse

variazioni del tasso di interesse influenzano la domanda aggregata.

Mancando uno di questi elementi (se cio`e gli squilibri di portafoglio non
modificano i tassi o se la spesa non reagisce ai tassi) la variazione di
moneta non ha effetti reali.

Aggiustamenti
di portafoglio
M

La spesa si
aggiusta a i

La produzione si
aggiusta a DD

DD

(M/P)
PT

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Efficacia della politica monetaria


Trappola della liquidit`
a

Il caso classico

Il pubblico `
e disposto, per un dato i,
a detenere qualsiasi ammontare di
moneta offerto.

Se la domanda di moneta `
e
totalmente insensibile a i, la LM `
e
verticale.

La LM `
e orizzontale e variazioni di
quantit`
a di moneta non la spostano
`
La politica monetaria e
inefficace

La LM verticale il caso classico della


teoria quantitative dalla moneta

La politica monetaria ha il massimo


effetto sul livello di reddito

i
LM'

LM

E*

i*

E'

i'

LM

i*
E*

IS

IS
Y

Y
Y*

Y*

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Y'

Politica Fiscale
Processo di aggiustamento
i

IS'
LM

i'

E'

IS

Laumento di G porterebbe, a tassi


costanti, il sistema nel punto E 00 , dove ce
un eccesso di domanda di moneta:
EDM i I DD

E*
i*

E''

(G)

Il processo di aggiustamento avviene


gradualmente, con la IS che si sposta
lentamente verso destra, mentre i tassi si
adeguano ad ogni incremento del reddito.

Laumento del reddito `e inferiore a quello


indicato dal moltiplicatore (Y 00 Y )
perch`e tassi di interesse elevati spiazzano
parte della spesa per investimenti.

Y
Y*

Y'

Y''

Una politica fiscale espansiva fa


aumentare la spesa pubblica e, di
conseguenza, sposta la IS verso
destra di un ammontare pari alla
spesa pubblica per il moltiplicata
per il moltiplicatore ( G ).

Quindi, lequilibrio si raggiunge in E 0 , con


un tasso i 0 e un livello di produzione Y 0
maggiori di quelli iniziali.

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Efficacia della politica fiscale


Trappola della liquidit`
a

Il caso classico

Se la LM `
e orizzontale, un aumento
di G non causa alcuna variazione di i
e, quindi, alcuna riduzione degli I.

Se la LM `
e verticale, un aumento di
G non ha alcun effetto sul reddito
reale, ma accresce solo i.

Laumento di G ha un effetto sul


reddito pari a quello del
moltiplicatore.
` efficace
La politica fiscale e

Dato che G `
e aumentata, ma Y `
e
rimasto costante, si deve ridurre la
spesa privata: i I .
` inefficace
La politica fiscale e

i
IS

LM

IS'

i'

(G)

i*
E*

LM

i*

E'

E*

IS'

E'
IS
Y

Y*

Y'

Y*

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Leffetto spiazzamento

Laumento della spesa pubblica ha un effetto sulla


composizione della domanda aggregata.
In corrispondenza del nuovo equilibrio Y 0 , G `e ovviamente
aumentato, C anche (per effetto del maggiore reddito
disponibile), mentre sono gli I a diminuire, perch`e sensibili al
tasso di interesse:

, Y T
) + I ( i , Y , q) + G
Y 0 = DD = C (
+

+ +

(8)

Una politica espansiva accresce il PIL, ma a favore dei


consumi correnti e a sfavore della crescita di lungo periodo,
per lo spiazzamento (crowding out) degli investimenti.

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Leffetto spiazzamento (2)

Secondo la teoria keynesiana, a


seguito di unespansione fiscale, ci
sarebbe un effetto di crowding
in, dato che il maggiore reddito
genererebbe maggiore risparmio e,
quindi, maggiori investimenti
privati.
Teorie recenti sottolineano la
possibilit`
a di uno spiazzamento
finanziario. Minori risorse al
settore privato possono essere
dovute a:
1

In assenza di piena occupazione, la


politica monetaria pu`
o accomodare
lespansione fiscale (monetizzazione
del disavanzo)
i

IS'
LM

i'

LM'
E*
i*

crescita dei tassi di


interesse
effetti di razionamento

A. Presbitero

E'

IS

Y*

Il Modello ISLM

E''

(G)

Y'

Y''

Effetti delle politiche economiche


Caso standard
Y
i
+
+
+

Effetto sulle variabili


Espansione monetaria
Espansione fiscale

Caso keynesiano
Y
i
0
0
++
0

Caso keynesiano
i

Caso classico
Y
i
++
0
++

Caso classico
i

IS'

IS'

LM

IS

IS
i'

LM
i'
i*

i*

Y*

Y'

Y* Y'

Pendenza LM
s

Se la curva LM `
e lineare ( MP = Y i), la pendenza della curva `
e data da:
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Economia aperta

Approfondiamo lanalisi abbandonando lipotesi che


leconomia sia chiusa agli scambi con il resto del mondo.
Ormai tutti i paesi del mondo sono altamente integrati nei
mercati finanziari internazionali. Pochi paesi risentono
relativamente poco delle condizioni economiche del resto del
mondo.
Il modello ISLM che considera una piccola economia aperta `e
il cosiddetto modello MundellFleming.
Si ipotizza che il paese risenta dellandamento del resto del
mondo, ma non sia in grado di influenzarne le dinamiche.

A. Presbitero

Il Modello ISLM

La bilancia dei pagamenti


E il prospetto in cui si registrano tutti gli scambi tra i
residenti di un paese e il resto del mondo.
E costituita da:
1

conto corrente, che registra il commercio in beni e servizi


e i pagamenti per trasferimenti
conto capitale, che registra acquisti e vendite di attivit`a
reali e finanziarie.
Conto corrente:
Importazioni
Esportazioni
Saldo merci Bilancia commerciale
Trasferimenti netti dallestero
Reddito netto da investimenti
Saldo delle partite correnti
Conto capitale:
Saldo dei movimenti di capitale
Variazione delle riserve ufficiali
A. Presbitero

Il Modello ISLM

La bilancia dei pagamenti


Equilibrio dei conti con lestero
Saldo di conto corrente + saldo di conto capitale = 0
Se un paese `e in disavanzo (ha speso allestero piu di quanto ha
ricavato dalle vendite al resto del mondo), deve finanziarsi vendendo
attivit`a o indebitandosi allestero.
Il conto capitale si pu`
o separare in:
1
2

movimenti di capitale
variazioni delle riserve

Il deficit di conto corrente, quindi, viene finanziato non solo dai


privati, ma anche dalla Banca Centrale, che riduce le riserve,
vendendo valuta estera sul mercato dei cambi.
Saldo della Bilancia dei Pagamenti
Saldo BP = Riserve = Saldo CC + Saldo MC
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Regimi di cambio
Cambi fissi
Le operazioni di mercato aperto sono vincolate al mantenimento di un
tasso di cambio con una misura di riferimento, (una riserva o unaltra
valuta). Limpegno a mantenere un cambio fisso (come era il dollaro con
i Patti di Bretton Woods) priva le Banche Centrali della facolt`a di
regolare la quantit`a di moneta in base alle esigenze nazionali, sia di
liquidit`a interna del sistema economico, che per una politica monetaria
espansionistica per un tasso di cambio favorevole alle esportazioni.
Cambi fissi con banda di oscillazione
La Banca Centrale impedisce che il tasso di cambio si allontani troppo da
un detreminato cambio concordato (parit`a centrale) o esca dalla
cosiddetta banda di fluttuazione (SME).
Cambi flessibili
Il tasso di cambio viene lasciato fluttuare liberamente dalla Banca
Centrale
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Tassi di cambio
Distinguiamo tra due regimi di cambio:
1

Tassi di cambio fissi: le banche centrali sono pronte a


scambiare le loro valute ad un prezzo fiso in tremini delle altre
valute
Tassi di cambio flessibili: le banche centrali lasciano che il
tasso di cambio si aggiusti in modo da uguagliare domanda e
offerta di valuta estera.

Il tasso di cambio `e il prezzo di una moneta espresso in


termini della moneta nazionale: la quotazione del dollaro per
noi `e 0.85 euro per dollaro.
Se il tasso USD/EUR scende (0.80), vuol dire che lEuro si
apprezza, dato che servono meno euro per acquistare un
dollaro. Il dollaro, al contrario, di deprezza.
Con cambi fissi, si parla di svalutazionerivalutazione

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Spesa nazionale e in beni nazionali


Manteniamo le ipotesi standard del modello ISLM, ma
apriamo leconomia allo scambio con il resto del mondo.
Definiamo:
1

Spesa dei residenti:


+

DD = A = C + I + G = A(Y , i )
2

(9)

Spesa in beni nazionali:


+

DD = A + [X (Yf , e ) Q(Y , e )] = A(Y , i ) + NX (Y , Yf , e )


(10)

Riassumendo:
1
2
3

Yf X NX
Y Q NX
Deprezzamento del tasso di cambio: e Qe X NX

A. Presbitero

Il Modello ISLM

La curva IS e lestero
Analogamente a prima troviamo la curva
IS uguagliando la domanda aggregata e il
prodotto con la Keynesian cross.
Ora, per`
o, la IS `e funzione anche del
reddito estero e del tasso di cambio.
Un deprezzamento, aumentando le
esportazioni nette, sposta la IS in alto a
destra.
Effetti di ripercussione: un aumento
della spesa pubblica ha effetti benefici
anche sugli altri paesi, che vedono
aumentare la domanda dei loro beni (US
come locomotiva delleconomia
mondiale). Una svalutazione, invece,
avvantaggia chi la fa, ma danneggia i
parner commerciali (Svalutazioni
competitive italiane).

A. Presbitero

reddito estero
La domanda di beni interni
aumenta e, quindi, le esportazioni
sono superiori per ogni dato livello
del reddito interno.

i*

Il Modello ISLM

IS'
IS
Y
Y*

La mobilit`a dei capitali


Perfetta mobilit`a dei capitali
Sotto questa ipotesi, gli investitori possono acquistare attivit`a in
qualunque paese desiderino, rapidamente, sostenendo bassi costi di
transazione e per ammontari illimitati.
Dato lalto grado di integrazione finanziaria, i tassi di interesse
di un paese non possono discostarsi troppo da quelli mondiali
senza determinare flussi di capitali.
In pratica, una riduzione dei tassi causa un deflusso dei
capitali e questo causa un peggioramento della BP.
Lavanzo della Bilancia dei pagamenti `e:
BP = NX (Y , Yf , e) + CF (i if )
Il differenziale dei tassi (i if ), sotto ipotesi di perfetta
mobilit`a dei capitali, dovrebbe essere nullo.
A. Presbitero

Il Modello ISLM

ISLM e BP
In equilibrio, quindi, BP = 0, dato che la Banca Centrale non
pu`
o ridurre (o aumentare) le sue riserve allinfinito.
Quindi, lipotesi di perfetta mobilit`a dei capitali compatibile
con i = if ed una retta BP = 0 orizzontale.
i
Avanzo del
conto capitale

LM

E
i = if

BP = 0

Disavanzo del IS
conto capitale

Y
Y*
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Equilibrio interno ed esterno


Definizione
Si ha equilibrio esterno quando la BP `e in pareggio.
Si ha equilibrio interno quando il prodotto si trova al livello di pieno impiego
I policy maker si possono trovare davanti a dilemmi di politica economica,
poich
e una politica creata per risolvere un problema ne peggiora un altro.
Politica monetaria e fiscale vanno usate per raggiungere il punto E. Il modo in
cui avvengono gli aggiustamenti dipende dal regime dei tassi di cambio.
i
Surplus
Disoccupazione

Surplus
Sovraoccupazione

E
i = if

BP = 0

Deficit
Disoccupazione

Deficit
Sovraoccupazione

Y
Y*
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Politica monetaria e cambi fissi


Politiche espansive
Un aumento dellofferta di moneta risulta inefficace, in regime di
cambi fissi, dato che la BC deve riacquistare moneta per difendere
il cambio

i
LM*

LM'
E

Si vende valuta nazionale e il cambio si


deprezza

Per difendere il cambio, la BC vende


parte delle riserve e ritira moneta

La riduzione dellofferta va tornare la LM


verso LM*

BP = 0

i' < if
A
5
1

IS

Nel punto A, i 0 < if e ci sono flussi di


capitale in uscita.

i = if

Un aumento di M sposta la LM a LM

Y*

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Politica fiscale e cambi fissi


Politiche espansive
Uno shock positivo nel settore reale, in regime di cambi fissi, e piu
efficace che in uneconomia chiusa: leffetto spiazzamento sparisce
perche la BC e costretta ad espandere lofferta di moneta.

i
LM*

Un aumento di G o di X sposta la IS a IS

Passando da E ad A, Y M d .

Dato M d costante, i sale e ce


spiazzamento.

1
A
i' > if

LM'
B

i = if

BP = 0

IS'
6

no spiazzamento

La BC interviene e vende valuta per


soddisfare la domanda

Lofferta di moneta sposta la LM verso


LM* e lequilibrio in B.

IS*

Y*

Nel punto A, i 0 > if e ci sono afflussi di


capitale: aumenta la domanda di valuta
nazionale e il cambio si apprezza.

Y'

A. Presbitero

Il Modello ISLM

La Banca Centrale e i cambi fissi

La Banca Centrale si impegna ad intervenire sul mercato dei


cambi ogni volta che una discepanza tra i e i* innesca un
flusso di capitali.
Lofferta di moneta si modifica fino a che rendimenti esterni e
interni non si eguagliano.
E la LM che si adegua passivamente fino a incontrare
lintersezione tra IS e BP.
Con cambi fissi, quindi, si perde lautonomia monetaria.
Lofferta di moneta diventa endogena: si pu`o controllare solo
limitando i movimenti di capitale.

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Il Policy Mix

i
LM*
1

La leva fiscale e quella monetaria sono


azionate congiuntamente.

La politica fiscale sposta la IS a IS

La politica monetaria sposta la LM a LM

Si raggiunge lequilibrio in B

LM'
E

i = if

BP = 0

IS'
1

no spiazzamento

IS*

Y*

Y'

La politica monetaria da sola non funziona, mentre quella fiscale


genera tensioni sul cambio: quando le due politiche sono ben
bilanciate Y aumenta e i rimane invariato.
Diversamente dallespansione fiscale, nel caso del policy mix,
loperazione di mercato aperto fa si che lattivo della BC aumenti
perch`e aumentano i prestiti e non le riserva di valuta estera.
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Linterdipendenza monetaria
Assumiamo che i rendimenti delle attivit`a estere aumentino
esogenamente (if0 > if ).

La BP si sposta verso lalto a BP.

Il punto E ora e di disequilibrio sia per


mercato dei beni che della moneta.

Un tasso di interesse minore di quello


internazionale induce un deflusso di
capitali.

Lintervento della BC, riducendo M s ,


sposta la LM fino al punto di equilibrio A.

Con cambi fissi, leconomia non e


protetta da perturbazioni sui mercati
finanziari internazionali

LM'

LM
A
i'f

BP'
E

if

BP

IS
Y

Y'

Y*

Se i tassi a livello mondiale aumentano, devono farlo anche a livello


domestico
Il risultato dellinterdipendenza monetaria `e una recessione
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Modifica della parit`a: la svalutazione


Svalutazioni e rivalutazioni
Con cambi fissi, la politica monetaria `e inefficace, tuttavia il tasso di cambio
pu`
o essere modificato, ripristinando (parzialmente) lindipendenza della politica
monetaria, che viene condotta attraverso riallineamenti.

La BC dichiara di voler svalutare il tasso di


cambio.

Ridotto il cambio nominale e, dati i prezzi


nazionali ed esteri, ci`
o si traduce in un
deprezzamento reale.

Aumenta la competitivit`
a, migliora il saldo
primario delle partite correnti ( X e Q)

La curva IS si sposta verso lesterno in IS.

La BC segue la sua dichiarazione e vende


moneta nazionale per acquistare valuta
straniera per indebolire la propria valuta.

La base monetaria e lo stock di riserve estere


aumentano, aumenta M s e la LM si adegua
fino al nuovo equilibrio B.

LM*
1
LM'
E

i = if

BP = 0

IS'
2

IS*

Y*

Y'

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Politica fiscale e cambi flessibili


Politiche espansive
Uno shock positivo nel settore reale, in regime di cambi flessibili, e inefficace:
lapprezzamento del cambio ha effetti negativi e spiazza la variazione iniziale
della domanda

Unespansione fiscale sposta la IS a IS.

Il punto A
e di disequilibrio.

La BC non interviene (LM esogena).

Nel punto A, i 0 > if e ci sono afflussi di


capitale: aumenta la domanda di valuta
nazionale e il cambio si apprezza ( e).
riduce la
Lapprezzamento reale (P)
competitivit`
a e peggiora il saldo primario
delle partite correnti ( X e Q)

LM*
1
A
i' > if

BP = 0

i = if

IS'

IS*

Y*

La domanda aggregata diminuisce e la IS


torna nella posizione iniziale.

Il processo
e graduale: il tasso di cambio reagisce immediatamente, ma le successive
variazioni sul commercio internazionale si verificano piu lentamente.
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Politica fiscale e cambi flessibili (2)


Con cambi flessibili, i disturbi della domanda lasciano inalterato il
prodotto e il tasso di interesse. In particolare:
una politica fiscale espansiva fa apprezzare il tasso di cambio
e peggiora il saldo delle partite correnti;
Maggiore fiducia tra gli imprenditori fa aumentare gli
investimenti, ma spiazza la domanda del settore estero;
Un boom delle esportazioni, trainato da unespansione estera,
viene controbilanciato da una diminuzione della competitivit`a,
che alla fine lascia inaltrato il saldo delle partite correnti.
Inefficacia della politica fiscale
Gli impulsi della domana interna vengono, alla fine, neutralizzati
dalle variazioni dei tassi di cambio e, a parte un certo periodo di
transizione, leconomia e isolata dai disturbi della domanda estera.

A. Presbitero

Il Modello ISLM

La J curve
Le esportazioni nette sono definite:
NX (Y , Yf , e) = X (Yf , e) e Q(Y , e)

(11)

A causa del lento aggiustamento del commercio estero, un


apprezzamento pu`
o determinare un iniziale peggioramento delle
esportazioni nette (Il prezzo dellimport cala e le quantit`a non si
aggiustano immediatamente).
Fattori determinanti: valuta di fatturazione, durata dei contratti e
rigidit`a delle domanda.
Surplus

Deprezzamento

Tempo

NX

B
Deficit

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Bilancia commerciale e deficit


In equilibrio vale:
Y = C + I + G + NX

(12)

Sottraendo C + T da entrambi i membri dellequazione:


S = I + G T + NX

(13)

allora in equilibrio deve valere anche:


NX
|{z}

Bilancia commrciale

= S + (T G )
{z
}
|
Risparmio

I
|{z}

(14)

Investimento

Se un paese investe piu di quanto risparmia dovr`a prendere a


prestito dal resto del mondo (disavanzo commerciale)
Un deprezzamento incide sul disavanzo commerciale, ma anche su
risparmio ed investimento, attraverso la domanda di beni nazionali e
laumento della produzione.
Unespansione fiscale causa apprezzamento e pu`
o portare al
problema dei twin deficit.
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Politica monetaria e cambi flessibili


Politiche espansive
Un aumento dellofferta di moneta risulta efficace, in regime di
cambi flessibili, dato che il deprezzamento del cambio stimola la
domanda
1
2

i
LM
2

Si vende valuta nazionale e il cambio


nominale si deprezza

La BC non interviene e quindi aumenta la


competitivit`
a nei confronti con lestero.

Aumenta la domanda di beni nazionali e


migliora NX

La IS si sposta verso destra fino al nuovo


punto di equilibrio B.

i = if

BP = 0
A

IS'

IS

Y*

Nel punto A, i 0 < if e ci sono flussi di


capitale in uscita.

3
LM'
E

Un aumento di M sposta la LM a LM

Y'

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Beggar-thy-neighbour
La politica monetaria agisce completamente attraverso il tasso
di cambio e il conto delle partite correnti, mentre il tasso di
interesse si adegua ai rendimenti esteri.
Questo tipo di politiche, che spostano la domanda dei beni
esteri per concentrarla sui beni domestici `e definita
beggar-thy-neighbour.
Se il deprezzamento e ritenuto ingiustificato, questa politica
incontra lopposizione dei partner commerciali.
E uno strumento, infatti, che pu`o venire usato per ottenere
artificialmente un vantaggio commerciale.
Aspri contrasti tra partner commerciali sono una delle ragioni
per cui i paesi europei hanno cercato prima di stabilizzare i
tassi di cambio delle rispettive valute e, poi, adottare una
moneta unica.
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Il Policy Mix
La politica fiscale da sola non funziona, perche genera un apprezzamento
della valuta.
Quando le due politiche sono ben bilanciate Y aumenta e i rimane
invariato.
1 La politica fiscale sposta la IS a IS
2 La politica monetaria sostiene la manovra e sposta la LM a LM,
impedendo lapprezzamento.
3 Si raggiunge lequilibrio in B
La spesa aggiuntiva, allora, viene canalizzata nelleconomia domestica e
non dispersa allestero.
Diversamente dallespansione monetaria, nel caso del policy mix, non `e il
miglioramento del saldo delle partite correnti che stimola la domanda di
beni interni, ma leffetto espansivo trae origine dalla domanda nazionale
(il conto delle partite correnti peggiora e il tasso di cambio non varia).
Con il policy mix sono avvantaggiate le imprese che producono per la
domanda interna, mentre la politica monetaria avvantaggia gli esportatori.
La politica monetaria espansiva danneggia:
1 i consumatori che pagano prezzi piu elevati per i beni importati,
2 i competitor stranieri.
A. Presbitero

Il Modello ISLM

Linterdipendenza monetaria
Assumiamo che i rendimenti delle attivit`a estere aumentino
esogenamente (if0 > if ).
1

La BP si sposta verso lalto a BP.

Il punto E ora e di disequilibrio sia per


mercato dei beni che della moneta.

Un tasso di interesse minore di quello


internazionale induce un deflusso di
capitali.

La BC non interviene e il cambio `e libero


di deprezzarsi.

Migliorano la competitivit`
a e il saldo delle
partite correnti

La IS si sposta verso destra fino


allequilibrio B.

LM
B
i'f

BP'
IS'

E
if

BP

IS
Y

Y*

Y'

Le ragioni di questo schok sono ascrivibili ad una politica monetaria piu


severa da parte del resto del mondo.

A. Presbitero

Il Modello ISLM

Sintesi

Regime valutario
Effetto sulle PIL reale da:
Espansione monetaria
Espansione fiscale
Aumento dei tassi esteri
Strumento di politica monetaria esogeno
Strumento di politica monetaria endogeno

A. Presbitero

Cambi fissi

Cambi flessibili

Nullo
Aumento
Diminuzione
Tasso di cambio
Offerta di moneta

Aumento
Nullo
Aumento
Offerta di moneta
Tasso di cambio

Il Modello ISLM