You are on page 1of 27

PIANO DI RISANAMENTOEX ART. 67, CO. 3 LETT.D) L.F.

SOCIET
Ai signori creditori
Loro indirizzi
OGGETTO: piano di risanamento ex art.67, co.3 lett. d) L.F.
Il sottoscritto dott. nella qualit di , sulla base della situazione patrimoniale alla data del , allegata alla
presente, formula ai creditori la proposta di accordo extra-giudiziale come di seguito.
INDICE
1. SITUAZIONE DI PARTENZA, FINALIT E CONTENUTO DEL PIANO
2. PRESENTAZIONE DELLA SOCIET
3. SITUAZIONE PATRIMONIALE, FINANZIARIA ED ECONOMICA
4. ATTIVIT PROPEDEUTICHE
5. METODI DI INTERVENTO
6. AREE DI INTERVENTO
7. PRIORIT DI INTERVENTO
8. TEMPI DI INTERVENTO
9. STRATEGIE DI INTERVENTO
10. RISTRUTTURAZIONE DEL PERSONALE
11. INVESTIMENTI NECESSARI
12. FONTI DI FINANZIAMENTO
13. BUDGET DELLE VENDITE
14. BUDGET DI MARKETING
15. BUDGET DELLA PRODUZIONE
16. BUDGET DEGLI APPROVVIGIONAMENTI
17. BUDGET DEL PERSONALE
18. BUDGET DEGLI INVESTIMENTI
19. BUDGET DEI COSTI GENERALI
20. CONTO ECONOMICO PREVISIONALE
21. STATO PATRIMONIALE PREVISIONALE
22. RENDICONTO FINANZIARIO PREVISIONALE
23. BUDGET DI CASSA
[per lo sviluppo dei singoli punti dellindice si veda il capitolo V del libro]
PROPOSTA DI ACCORDO STRAGIUDIZIALE
ai creditori di importo inferiore ad euro , stante il loro elevato numero ed al fine di favorire il buon esito
dellaccordo: 100% [ove siano presenti numerosi creditori di importo minimo es. euro 5.000 o comunque sia
opportuno tenerli al di fuori dellaccordo stesso]
ai creditori chirografari di importo da a euro una percentuale a scalare dal % al %
come da prospetto in calce al fac-simile di adesione;
ai creditori professionisti, artigiani, produttori agricoli, cooperative agricole e produzione
lavoro, assistiti da privilegio generale:
per i creditori inferiori a
100%
per i creditori da a
dall% al %
(come da prospetto in calce)
per i creditori oltre euro
%
ai tutti gli altri creditori chirografari comprese banche, Istituti di Credito e societ finanziarie, una
percentuale del %;
ai creditori ipotecari una percentuale del 100%;
al personale dipendente ed agli Istituti Previdenziali ed assistenziali: 100%.
La presente proposta di accordo stragiudiziale subordinata allaccettazione da parte di tutti i creditori.
Il pagamento verr effettuato in [ es. sei rate bimestrali di cui la prima entro 30 gg. dallaccettazione della
proposta da parte di tutti i creditori].
Ladesione al presente accordo dovr essere inviata entro e non oltre il [indicare la data], allindirizzo
indicato.
Si rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento.
1

[luogo e data]
Timbro e Firma della societ proponente
Allegati:
1. [indicare gli allegati]
2.

ADESIONE CREDITORI CHIROGRAFARI

La societ creditrice
VISTA
la proposta formulata nel piano di risanamento ex art.67, co.3 lett. D) L.F. formulata dalla societ con sede
in , in data ;
DICHIARA
di accettare a saldo e stralcio del proprio credito chirografario pari a euro la somma di euro a
condizione che la proposta sia accettata da tutti i creditori e che il pagamento sia effettuato, a mezzo
assegno circolare, nelle modalit e nel termine stabiliti dal piano, ovvero [indicare le modalit e il termine],
ovvero [ ove ricorra il caso mediante acquisto del ns. credito da parte di societ finanziaria da Voi indicata].
Allavvenuto pagamento di cui sopra, nullaltro sar preteso dalla scrivente societ a qualunque titolo.
[luogo e data]
In fede
[timbro e firma del creditore chirografario]

ATTESTAZIONE DEL PIANO DI RISANAMENTO EX ART. 67, CO.3 LETT.D) L.F.


SOCIET
Il sottoscritto dott. nella sua qualit di attestatore del piano di risanamento ex art.67, comma 3 lett. d) L.F.
della societ che qui si allega in copia, espone di seguito le proprie considerazioni in merito.
INDICE
1.
2.
3.
4.
5.

FINALIT E CONTENUTO DELLATTESTAZIONE DEL PIANO


LA SOCIET (PRESENTAZIONE)
SITUAZIONE PATRIMONIALE, FINANZIARIA ED ECONOMICA
IL PIANO INDUSTRIALE E FINANZIARIO
CONCLUSIONI DELLATTESTATORE
[per lo sviluppo dei singoli punti dellindice si veda il capitolo V del libro]

TRIBUNALE DI
Verbale di giuramento di perizia stragiudiziale
.Lanno ... il giorno ... del mese di ... nella Cancelleria del Tribunale di , avanti il sottoscritto Cancelliere,
personalmente comparso lattestatore , nato a , il , identificato attraverso il documento di
riconoscimento [indicare il tipo di documento] n. del ... emesso da , il quale esibisce la relazione che
precede, da lui effettuata in data e ne chiede lasseverazione con giuramento.
Ammonito a sensi di legge, il comparente presta il giuramento di rito ripetendo le parole: Giuro di aver bene
e fedelmente proceduto alle operazioni a me affidate e di non aver avuto altro scopo che quello di far
conoscere la verit.
Letto, confermato e sottoscritto.
[luogo e data]
Lattestatore

SOCIET
PROPOSTA DI ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE
La societ , con sede legale in , codice fiscale e partita IVA , di seguito denominata la societ
debitrice a mezzo del proprio rappresentante legale pro-tempore sig. , nato a il , codice fiscale ,
domiciliato per il presente atto presso la societ medesima, con la presente scrittura privata, redatta in n.
originali,
e
la societ con sede legale in capitale sociale , codice fiscale in persona del legale
rappresentante sig. nato a in data , codice fiscale ;
la societ con sede legale in capitale sociale , codice fiscale in persona del legale
rappresentante sig. nato a in data , codice fiscale ;
di seguito denominati i creditori"
PREMESSO CHE
-

lart.182bis L.F. consente alla societ debitrice di sottoporre al Tribunale di un accordo di


ristrutturazione dei debiti stipulato con i creditori che rappresentino almeno il 60% dei crediti, onde
ottenere lomologa;
la societ debitrice, a seguito della delibera dei soci del , ha autorizzato il legale rappresentante a
proporre ai creditori un piano di ristrutturazione dei debiti in ottemperanza allart.182bis L.F.;
alla data del i creditori della societ debitrice risultano cos costituiti:
creditori ipotecari
Euro
creditori pignoratizi
Euro
creditori privilegiati
Euro
creditori chirografari
Euro
Totale

Euro

il presente piano di ristrutturazione dei debiti prevede:


il pagamento dei creditori ipotecari, che rappresentano il % del totale delle passivit, nella
percentuale del %;
il pagamento dei creditori pignoratizi, che rappresentano il % del totale delle passivit, nella
percentuale del %;
il pagamento dei creditori privilegiati, che rappresentano il % del totale delle passivit, nella
percentuale del %;
il pagamento dei creditori chirografari, che rappresentano il % del totale delle passivit,
nella percentuale del %.
I creditori, attestano, con la sottoscrizione del presente piano, di aver preso visione di tutta la
documentazione sociale inerente ed eventualmente estratto copia su richiesta, di aver letto la relazione
redatta dall'esperto al fine di attestare l'attuabilit del piano di ristrutturazione dei debiti e la sua idoneit
ad assicurare il regolare pagamento dei creditori estranei (All. );
il presente piano verr depositato presso il Tribunale di entro giorni dalla sottoscrizione onde
ottenere lomologa dellaccordo;
che i creditori che intervengono al presente accordo rappresentano il % (non inferiore al 60%) dei
crediti vantati nei confronti della societ debitrice;
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

1 PREMESSE
Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente accordo.

2 OGGETTO DELLACCORDO
La societ debitrice, dalla data di avvenuta pubblicazione del decreto di omologa del presente accordo nel
registro delle imprese, si obbliga a corrispondere ai creditori che si impegnano ad accettare quanto segue:
Euro a , il cui credito assistito da iscrizione ipotecaria sul bene ;
Euro a , il cui credito assistito da pegno ;
5

Euro a , con credito privilegiato ex art. c.c.;


Importi corrispondenti al % dei creditori chirografari come di seguito:
Euro a , Euro a .

La societ debitrice provveder al pagamento dellintero ammontare dei crediti vantati dai creditori estranei
al presente accordo entro giorni dalla data di pubblicazione del decreto di omologazione del presente
accordo presso il Registro delle Imprese di ed in particolare:
- Euro a ;
- Euro a ;
- i creditori tutti, dalla data di pubblicazione e per sessanta giorni, non possono iniziare o proseguire azioni
cautelari o esecutive sul patrimonio della societ debitrice;
3 AZIONI DEI CREDITORI
I creditori, sottoscrivendo il presente accordo di ristrutturazione, si obbligano a non azionare i propri crediti
fino alla data del data entro la quale si presume che
Decorsa tale data la societ debitrice, salvo cause di forza maggiore, si impegna a corrispondere gli
interessi al ed in facolt dei creditori di procedere con la risoluzione dellaccordo, riacquistando il
potere di agire con qualsiasi mezzo a tutela del proprio credito
4 GARANZIE
A garanzia dellesatto adempimento delle proprie obbligazioni, la societ debitrice rilascia fideiussione,
escutibile a prima richiesta, emessa da per limporto di Euro scadente il
5 TERMINI
Entro e non oltre giorni dalla sottoscrizione del presente accordo, la societ debitrice si obbliga a
depositare il presente accordo di ristrutturazione dei debiti nella cancelleria della sezione Fallimentare del
Tribunale di al fine di ottenerne l'omologa.
6 SPESE
Le spese ed gli oneri conseguenti ed inerenti il presente accordo sono tutte a carico della societ debitrice
che le assume.
7 MODIFICHE ALLACCORDO
Qualsiasi patto in deroga alle disposizioni del presente accordo, di qualsiasi natura esso sia, sar valido solo
se redatto in forma scritta ed allegato al presente accordo come appendice.
[luogo e data]
Firma societ Debitrice
Firma Creditori

ATTESTAZIONE DELLA PROPOSTA DI ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE EX ART. 182-BIS L.F.


SOCIET
Il sottoscritto dott. nella sua qualit di attestatore dellaccordo di ristrutturazione ex art.182-bis L.F. della
societ che qui si allega in copia, espone di seguito le proprie considerazioni in merito.

GIUDIZIO DELLATTESTATORE
Ritengo ragionevole affermare che il progetto di accordo predisposto e presentatomi dalla societ appare
idoneo a consentire il risanamento dellesposizione debitoria dellimpresa e ad assicurare il riequilibrio della
sua situazione finanziaria per gli effetti di cui allart.182-bis L.F.

ASSEVERAZIONE DELLATTESTATORE
TRIBUNALE DI
Verbale di giuramento di perizia stragiudiziale
Lanno il giorno del mese di nella Cancelleria del Tribunale di , avanti il sottoscritto Cancelliere,
personalmente comparso lattestatore ..., nato a , in data ., identificato attraverso il documento di
riconoscimento [indicare il tipo di documento] n. del ... emesso da , il quale esibisce la relazione che
precede, da lui effettuata in data e ne chiede lasseverazione con giuramento.
Ammonito a sensi di legge, il comparente presta il giuramento di rito ripetendo le parole: Giuro di aver bene
e fedelmente proceduto alle operazioni a me affidate e di non aver avuto altro scopo che quello di far
conoscere la verit.
Letto, confermato e sottoscritto.
[luogo e data]
Lattestatore

Spett.le
Tribunale civile di
Sezione
RICORSO PER OMOLOGA DELLACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE EX ART. 182-BIS L.F.
Spett.le Tribunale,
la societ ricorrente con sede legale in , codice fiscale e partita IVA , in persona del legale
rappresentante pro-tempore nato il a , codice fiscale, domiciliato per il presente atto presso la
societ medesima, ai sensi dellart.182-bis L.F. e dellart.161 L.F.
CHIEDE
lomologazione dellaccordo di ristrutturazione stipulato con i creditori in data ed ivi allegato.
La proposta di accordo di ristrutturazione dei debiti prevede [breve descrizione].
Si allega:
proposta di accordo di ristrutturazione con relativa documentazione allegata a supporto;
accettazioni dei creditori rappresentanti il .. [non inferiore al 60%] del totale dei crediti;
relazione dellesperto in merito allattuabilit del suddetto accordo di ristrutturazione;
Si segnala che, qualora la presente proposta non venga omologata, la societ proceder alla presentazione
della domanda di concordato preventivo.
[luogo e data]
La societ debitrice

TRIBUNALE DI
SEZIONE Civile
RICORSO IN OPPOSIZIONE ALL'OMOLOGAZIONE DI ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI
La Societ ..., in persona del suo legale rappresentante pro tempore ..., con sede legale in ..., via n. ...,
c.f. e P.IVA domiciliata ai fini del presente giudizio in ..., presso lo studio di , in ..., via ... n. ...., che la
rappresenta e difende per delega a margine del presente atto
ESPONE
La societ ... debitrice della ricorrente per un importo pari ad euro ... per [indicare per la tipologia di
fornitura].
A comprova del credito si allegano al presente ricorso le fatture (e le bolle di consegna).
Nonostante i ripetuti solleciti, la debitrice non ha adempiuto le obbligazioni assunte, pertanto, la ricorrente
societ ha ottenuto nei suoi confronti decreto ingiuntivo che ha poi notificato con atto di precetto (ed eseguito
pignoramento mobiliare con esito negativo).
In data ... la societ debitrice ha iscritto nel registro delle imprese un accordo di ristrutturazione dei debiti
concluso con una parte qualificata dei suoi creditori, ai sensi dell'art. 182-bis, comma 1, l.f.
La documentazione allegata all'accordo e la relazione dell'esperto che la accompagna non fa alcun
riferimento al credito vantato dalla societ da me rappresentata e difesa, da ci deriverebbe che essa sar
pagata integralmente.
L'iniziativa della debitrice lesiva dei diritti dell'esponente ed altres evidente che essa versa in stato di
insolvenza, non potendo far fronte al rilevante indebitamento nei confronti della ricorrente.
Per tutte le ragioni esposte, la societ ..., come sopra rappresentata e difesa,
PROPONE OPPOSIZIONE
all'omologazione dell'accordo sopra indicato e chiede che l'Ill.mo Tribunale adito voglia accogliere le
seguenti
CONCLUSIONI
"Voglia l'Ill.mo Tribunale, respinta ogni contraria istanza ad eccezione, per le ragioni sopraesposte, rigettare
la richiesta di omologazione dell'accordo di ristrutturazione dei debiti presentato per l'omologa dalla ... e, ove
ne accerti lo stato di insolvenza, dichiararne il fallimento.
Spese rifuse."
[luogo e data]
[firma]

CORTE D'APPELLO DI ...


Sezione ... civile
RECLAMO AVVERSO IL DECRETO DI OMOLOGAZIONE DI ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEI
DEBITI
La Societ ..., in persona del suo legale rappresentante pro tempore , con sede legale in ..., via ... n. ...,
c.f. e P.IVA domiciliata ai fini del presente giudizio in ..., presso lo studio ..., in ..., via ... n. ... che la
rappresenta e difende per delega a margine del presente atto
ESPONE
La societ ... debitrice dell'esponente per l'importo di euro ... per [indicare per la tipologia di fornitura].
A comprova del credito si allegano al presente ricorso le fatture (e le bolle di consegna).
Nonostante i ripetuti solleciti, la debitrice non ha adempiuto le obbligazioni assunte, pertanto, la ricorrente
societ ha ottenuto nei suoi confronti decreto ingiuntivo che ha poi notificato con atto di precetto (ed eseguito
pignoramento mobiliare con esito negativo).
In data ... la societ debitrice ha iscritto nel registro delle imprese un accordo di ristrutturazione dei debiti
concluso con una parte qualificata dei suoi creditori, ai sensi dell'art. 182-bis, comma 1, l.f.
La documentazione allegata all'accordo e la relazione dell'esperto che la accompagna non fa alcun
riferimento al credito vantato dalla societ da me rappresentata e difesa, da ci deriverebbe che essa sar
pagata integralmente.
L'iniziativa della debitrice lesiva dei diritti dell'esponente ed altres evidente che essa versa in stato di
insolvenza, non potendo far fronte al rilevante indebitamento nei confronti della ricorrente.
Poich diritto dell'esponente ottenere il soddisfacimento integrale della sua pretesa, la societ reclamante
ha proposto opposizione all'omologa dell'accordo.
Con decreto in data ... il Tribunale di ... ha invece omologato l'accordo, omettendo di provvedere in ordine
all'opposizione proposta dall'esponente.
Contro detto decreto la societ ..., come sopra rappresentata e difesa
PROPONE RECLAMO
e chiede che l'Ecc.ma Corte d'appello adita voglia accogliere le seguenti
CONCLUSIONI
"Voglia l'Ecc.ma Corte d'appello, respinta ogni contraria istanza ad eccezione, per le ragioni sopraesposte,
revocare il decreto in data ... con il quale il Tribunale di ... ha omologato l'accordo di ristrutturazione dei debiti
presentato dalla ... e, ove ne accerti lo stato di insolvenza, rimetta gli atti al tribunale stesso per la
dichiarazione di fallimento.
Spese rifuse."

10

[luogo e data]

[firma]
TRIBUNALE DI ...
Sezione ...

RICORSO PER AMMISSIONE ALLA PROCEDURADI CONCORDATO PREVENTIVO EX ART. 160 L.F.
Il sottoscritto ..., legale rappresentante pro tempore della societ ..., con sede legale in ..., via ... n. ...,
autorizzato con delibera dell'assemblea straordinaria dei soci in data ..., rappresentato e difeso da..., presso
il cui studio in ..., via ..., n. ..., elettivamente domiciliato per procura a margine del presente atto
CHIEDE
l'ammissione della societ ... alla procedura di concordato preventivo, formulando ai creditori la presente
proposta, supportata dal piano di seguito descritto.
A tal fine fa presente che ...
1. PRESENTAZIONE SOCIET
2. ATTIVIT SVOLTA
3. CAUSE DEL DISSESTO
4. PROPOSTA DI CONCORDATO PREVENTIVO
5. PIANO SU CUI SI BASA LA PROPOSTA
5.1. Modalit di ristrutturazione dei debiti e di soddisfazione dei crediti
(Attribuzione dei beni costituenti il patrimonio aziendale ad un assuntore)
5.2. (eventualmente) Suddivisione dei creditori in classi: esplicitazione dei criteri seguiti
5.3. Trattamenti riservati alle diverse classi in cui sono stati suddivisi i creditori
6. CONCLUSIONI
7. ELENCO ALLEGATI
Relazione sulla situazione patrimoniale, economica e finanziaria dell'impresa, con dati contabili
aggiornati alla data del ...
Stato analitico ed estimativo delle attivit.
Elenco nominativo dei creditori con indicazione dei rispettivi crediti e delle cause di prelazione.
Elenco dei titolari di diritti reali o personali.
Descrizione e valore dei beni appartenenti al socio illimitatamente responsabile ... ed elenco dei
creditori particolari del medesimo.
Descrizione e valore dei beni appartenenti al socio illimitatamente responsabile ... ed elenco dei
creditori particolari del medesimo.
Relazione ex art. 161 L.f. redatta in data ... dal dott. ... attestatore della veridicit dei dati aziendali e
la fattibilit del piano.
Certificato della Camera di Commercio.
Contributo Unificato di Euro ...
Verbale assemblea straordinaria [se trattasi di societ] che autorizza la presentazione della
domanda di concordato preventivo.
[per lo sviluppo dei singoli punti dellindice si veda il capitolo V del libro]

11

TRIBUNALE DI
Sezione
RELAZIONE AI SENSI DELLART. 161, COMMA 3 L.F. NELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA
PROCEDURA DI CONCORDATO PREVENTIVO PRESENTATO DA
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.

Premessa
Domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo
Modalit di svolgimento dellincarico
Documentazione analizzata
Veridicit dati aziendali
Fattibilit del piano proposto dalla ricorrente
Conclusioni

1. Premessa
In data la societ con sede legale in ..., via ... n. ..., assistita ai fini della presentazione del ricorso per
lammissione alla procedura di concordato preventivo ai sensi degli artt.160 e ss. L.f. dallavv.to ha
conferito incarico al sottoscritto dott. per la predisposizione della relazione di cui allart. 161, comma 3 l.f.,
cos come modificato dallart. 12 d.lgs. n. 169/2007 al fine di attestare la veridicit dei dati aziendali e la
fattibilit del piano di composizione della crisi.
A tal fine dichiaro di possedere i requisiti di cui allart. 28 l.f.
Per quanto concerne lindipendenza, dichiaro di non aver mai avuto rapporti con la societ sopra riportata e
di non avere rapporti n con i redattori del piano n con i consulenti della societ.
2. Domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo
La proposta fondata su un piano economico e finanziario che prevede
3. Modalit di svolgimento dellincarico
Lanalisi della veridicit dei dati aziendali non limitata ai dati esposti nel piano, bens si estesa ala
verifica, secondo quanto previsto dai principi di revisione, alla corretta tenuta delle scritture contabili, dei libri
contabili e societari.
Si proceduto ad esprimere un giudizio sul grado di attendibilit e sulla ragionevolezza delle ipotesi poste
alla base del piano illustrato dalla ricorrente stessa nellistanza di ammissione alla procedura di concordato
preventivo.
La domanda di concordato si basa sulla situazione patrimoniale consegnata dalla debitrice al sottoscritto in
data
Sono state eseguite le seguenti verifiche:

Lespressione del proprio giudizio ai sensi dellart. 161, comma 3 L.F. si basa sia sulle risultanze di unattivit
di revisione contabile, sia su un giudizio di adeguatezza ed affidabilit del sistema informativo aziendale,
cos come risultante dallanalisi delle procedure alla base dei flussi informativi aziendali, nonch della
struttura amministrativo-contabile della societ e delle sue modalit di contabilizzazione. Secondo quanto
previsto per la revisione contabile, sono stati effettuati controlli sulla base di campioni statistici rilevati con il
metodo del campionamento casuale, tenuto conto della rilevanza delle poste nella proposta di concordato
preventivo.
Per il giudizio di fattibilit del piano occorre precisare che
4. Documentazione analizzata
Sono stati analizzati e revisionati i seguenti documenti:

5. Veridicit dei dati aziendali


12

La veridicit dei dati aziendali consta della verifica della corrispondenza dei dati di bilancio riferito alla data del
fornito dalla debitrice e la situazione economico-patrimoniale della societ risultante dalla documentazione
contabile acquisita ed esaminata e dai riscontri effettuati.
Le valutazioni sono state fatte ispirandosi ai criteri generali di prudenza e competenza.
Di seguito vengono prese in esame le singole voci:

Pur con le criticit analiticamente rappresentate nella presente relazione, il sottoscritto


ATTESTA
La veridicit dei dati aziendali contenuti nella relazione sulla situazione patrimoniale, cos come dalla stessa
rettificati.
6. Fattibilit del piano proposto dalla ricorrente

7. Conclusioni
Per tutte le considerazioni sopra esposte, la sottoscritta,
ATTESTA
-

la veridicit dei dati esposti nella domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo e
nella documentazione allegata alla stessa, dando atto che
la fattibilit del piano su cui si basa la proposta dato che

[luogo e data]
[firma del professionista attestatore]

13

TRIBUNALE DI ...
Sezione ....
Concordato preventivo ... n.
Giudice delegato: ...
ACCETTAZIONE DELL'INCARICO DI COMMISSARIO GIUDIZIALE
Ill.mo Signor Giudice delegato,
il sottoscritto ..., con studio in ..., via ... n. ..., nominato commissario giudiziale del concordato preventivo in
oggetto, nel ringraziare il tribunale per la fiducia accordatagli

COMUNICA
di accettare l'incarico.
DICHIARA
di non essere mai stato alle dipendenze della societ ;
di non aver mai prestato opera professionale a favore della stessa
di non avere rapporti di parentela o di affinit con i componenti della stessa.
Con osservanza.
[luogo e data]
Il commissario giudiziale
[firma]

14

TRIBUNALE DI ...
Sezione fallimentare
Concordato preventivo ... n.
Giudice delegato: ...

DIMISSIONI DALLA CARICA DI COMMISSARIO GIUDIZIALE


il sottoscritto ..., con studio in ..., via ... n. ..., nominato commissario giudiziale del concordato preventivo in
oggetto con decreto del ...... con il quale codesto tribunale ammetteva alla procedura di concordato
preventivo , carica accettata con comunicazione del comunica che, per ragioni strettamente personali,
intende rassegnare come in effetti rassegna le proprie dimissioni e, nel contempo chiede a codesto Ill.mo
tribunale di provvedere in merito.
Con osservanza
[luogo e data]
Il commissario giudiziale
[firma]

15

TRIBUNALE DI ...
Sezione fallimentare
Concordato preventivo ... n.
Giudice delegato: ...
ISTANZA LIQUIDAZIONE FONDO SPESE E ACCONTO SUL COMPENSO FINALE
Ill.mo Tribunale,
il sottoscritto ..., con studio in ..., via ... n. ..., nominato commissario giudiziale del concordato preventivo in
oggetto nominato con decreto del ...,
PREMESSO CHE
il concordato stato omologato con decreto in data ...;
la chiusura della procedura non appare imminente per i seguenti motivi ...;
le spese sinora sostenute sono pari a complessivi euro ..., come elenco allegato;
l'attivo inventariato ed il passivo accertato ammontano, rispettivamente, ad euro ... e ad euro ...;
(al sottoscritto sono stati liquidati acconti per euro ... e/o rimborsi spese per euro .../ non sono stati
liquidati acconti)[indicare il caso che ricorre];
CHIEDE CHE
l'Ill.mo Tribunale voglia liquidare allo scrivente un acconto sul compenso finale ed autorizzare il prelievo
anticipato per le spese.
Con osservanza.
[luogo e data ]
Il commissario giudiziale
[firma]

16

TRIBUNALE DI ...
Sezione fallimentare
Concordato preventivo ...
Giudice delegato: dott. ...
ISTANZA PER LA LIQUIDAZIONE DELLE SPESE E DEL COMPENSO FINALE AL COMMISSARIO
GIUDIZIALE
Ill.mi Signori del Tribunale,
il sottoscritto ..., nominato commissario giudiziale del concordato preventivo in oggetto con decreto in data ...
PREMESSO
il concordato si avvia ormai alla sua conclusione essendo stati adempiuti integralmente i relativi
obblighi;
sono state definite e/o transatte le varie cause pendenti;
si rende quindi a questo punto necessaria la liquidazione del compenso finale e delle spese al
commissario giudiziale;
le risultanze economiche della procedura possono essere cos sintetizzate:
FASE ANTE-OMOLOGAZIONE
attivo risultante dall'inventario ex art. 172 L. fall.: ... euro ...
passivo accertato ex art. 172 L. fall.: ... euro ...
FASE POST-OMOLOGAZIONE
attivo realizzato dalla liquidazione dei beni: ... euro ...
le spese vive sostenute ammontano a euro ... come da elenco allegato;
sono stati percepiti acconti sugli onorari per complessivi euro ... e fondi spese per euro ...
CHIEDE CHE
Ill.mo Tribunale voglia liquidare le spese e il compenso finale spettante al commissario giudiziale.
Con osservanza.
[luogo e data]
Il commissario giudiziale
[firma]
17

[su carta intestata]


AVVISO AI CREDITORI DELLA PROPOSTA DEL DEBITORE E DELLA CONVOCAZIONE DEI CREDITORI
CON ALLEGATE DICHIARAZIONI DI VOTO E DELEGA PER IL VOTO
racc. A.R.
Spett.le ...
Oggetto: concordato preventivo della societ ... dichiarato aperto dal Tribunale di ... con decreto del ...
Ai sensi dell'art. 171, comma 2., L. fall., comunico che con decreto depositato il ... il Tribunale di ... ha
dichiarato aperta la procedura di concordato preventivo della societ indicata, con sede in ..., via ..., n. ...
nominando giudice delegato il dott. ... e commissario giudiziale il sottoscritto.
Le condizioni proposte dal debitore per soddisfare i creditori e superare lo stato di crisi sono le seguenti:
...
Poich il commissario giudiziale deve, nell'ambito delle proprie incombenze, procedere, anche alla verifica
dell'elenco dei creditori predisposto dal debitore, apportandovi eventuali rettifiche.
Chiedo, pertanto, di comunicarmi per iscritto l'ammontare del Vostro credito al ..., data di deposito del
decreto di ammissione alla procedura, indicando separatamente l'importo relativo alla fornitura e/o alla
prestazione e quello relativo all'IVA di rivalsa.
Ove la natura privilegiata dei crediti da Voi vantati derivi dalla qualit di impresa artigiana, chiedo gentilmente
di trasmettere anche i documenti come di seguito riportati:
certificato d'iscrizione all'albo degli artigiani della Camera di Commercio;
ultime due dichiarazioni IVA presentate;
estratto autenticato del libro matricola.
Se, invece, la natura privilegiata del Vostro credito derivi dallo svolgimento di attivit in forma di cooperativa,
sar necessario che trasmettiate i documenti come di seguito riportati:
certificato d'iscrizione all'albo prefettizio delle cooperative;
copia completa degli ultimi tre bilanci annuali.
L'adunanza dei creditori per la discussione e la votazione della proposta di concordato stata stabilita dal
Tribunale per il giorno ... alle ore ... presso ...
Ogni creditore potr intervenire personalmente all'adunanza o farsi rappresentare da un mandatario
speciale, munito di procura che pu essere scritta in calce a questa comunicazione (modulo B).
Durante i tre giorni antecedenti all'adunanza i creditori troveranno in cancelleria, a loro disposizione, la
18

relazione particolareggiata dello scrivente sulle cause del dissesto e sulle peculiarit del piano in base al
quale il debitore ha inteso formulare la propria proposta di concordato preventivo, con l'elenco dei creditori
ammessi al voto, che il debitore ha inteso suddividere nelle seguenti classi, i cui criteri di formazione sono
stati opportunamente verificati dal tribunale e ritenuti corretti:
classe A) ....
classe B) ....
classe C) ....

Ritengo opportuno rammentarVi che, ai sensi dell'art. 177 L. fall., il concordato sar approvato se riporter il
voto favorevole dei creditori che rappresentino la maggioranza dei crediti ammessi al voto e, essendo state
previste diverse classi di creditori, se riporter anche il voto favorevole della totalit delle classi, ovvero della
maggioranza delle classi medesime, ove il tribunale dovesse ritenere che i creditori dissenzienti possano
risultare soddisfatti dal concordato in misura non inferiore rispetto alle alternative concretamente praticabili.
Preciso che ciascuna classe sar considerata favorevole alla proposta se avranno votato positivamente i
creditori che la compongono, che rappresentino la maggioranza dei crediti ammessi al voto.
I creditori muniti di privilegio, pegno o ipoteca, ancorch la garanzia sia contestata, non avranno diritto al
voto se non rinunceranno alla prelazione. La rinuncia pu essere anche parziale, purch non inferiore alla
terza parte dell'intero credito (capitale e accessori). Il voto espresso e le adesioni di cui al successivo
capoverso comporteranno la perdita del diritto di prelazione.
Le adesioni ex art. 178, comma 4. L. fall., pervenute per telegramma o per lettera alla cancelleria del
Tribunale di .... ovvero allo studio dello scrivente nei venti giorni successivi alla chiusura del verbale sono
annotate dal cancelliere in calce al medesimo.
Distinti saluti.
[luogo e data]
Il commissario giudiziale
[firma]
Nota.: I moduli allegati, di dichiarazione di voto (mod. A) e di delega (mod. B), potranno essere utilizzati
solamente se restituiti insieme alle pagine 1 e 2 della presente lettera raccomandata.
L'utilizzo del modulo A esclude l'utilizzo del modulo B e viceversa
Modulo A
19

Concordato preventivo ....


Giudice delegato: dott. ....
Commissario giudiziale: dott. ....
Ill.mo Signor Giudice delegato alla procedura di concordato preventivo della ....
Il signor/la societ ....
in relazione alla comunicazione in data .... del Commissario giudiziale, dichiara fin d'ora di approvare la
proposta della debitrice.
[luogo e data]
il creditore
[firma]

Modulo B
Concordato preventivo ....
Giudice delegato: dott. ....
Commissario giudiziale: dott. ....
PROCURA
Il signor/la societ ....
delega il signor ....
a rappresentarlo/la all'adunanza dei creditori esprimendo con lapposizione della X la propria volont alla
proposta di concordato preventivo presentata da ....
voto favorevole
voto contrario
[luogo e data]
il creditore
[firma]

ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE ALLA PUBBLICAZIONE DELL'AVVISO AI CREDITORI NELLA


GAZZETTA UFFICIALE E SU QUOTIDIANI

20

Concordato preventivo ...


Giudice delegato: dott. ...
Commissario giudiziale: dott. ...

Il sottoscritto, dott. ..., commissario giudiziale del concordato preventivo in oggetto,


PREMESSO CHE
l'elenco dei creditori depositato dal debitore e verificato dal sottoscritto evidenzia che gli stessi sono
di numero assai rilevante (oltre ...), dislocati su tutto il territorio nazionale e, molti, anche all'estero;
per questa ragione la comunicazione dell'avviso previsto dal secondo comma dell'art. 171 L. fall. si
presenta alquanto complicata;
appare quindi necessaria la pubblicazione di detto avviso con le modalit previste dall'art. 126 L.
fall.;
CHIEDE DI
essere autorizzato a pubblicare la proposta di concordato e la data di convocazione dei creditori nella
Gazzetta Ufficiale e sui quotidiani che il Tribunale vorr indicare.
Con osservanza.
[luogo e data]
Il commissario giudiziale
[firma]

21

RELAZIONE DEL COMMISSARIO GIUDIZIALE EX ART. 172 L.

Concordato preventivo ... n.


Giudice delegato: dott. ...
Commissario giudiziale: Dott. ...

OGGETTO: Relazione del commissario giudiziale ex art. 172 l.f.


Il sottoscritto dott. nella qualit di commissario giudiziale, sulla base della domanda di ammissione alla
procedura di concordato preventivo formula la seguente relazione

INDICE
1. Adempimenti [indicare gli adempimenti effettuati]
1.1. accettazione dell'incarico
1.2. notifiche del decreto mediante affissione presso il Tribunale di ...
1.3. notifica al Procuratore della Repubblica
1.4. notifica al Registro delle Imprese
1.5. notifica alla societ ...
1.6. disposta pubblicit sul quotidiano
2. Domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo, decreto di ammissione e adempimenti
delle conseguenti formalit
3. Cenni storici sull'impresa (oggetto, soci, organi amministrativi, organi di controllo e principali accadimenti
sociali, ecc.)
4. Cause del dissesto
5. Situazione patrimoniale, economica e finanziaria di riferimento presentata dal debitore per la
proposizione della domanda di concordato preventivo e relativa attestazione di veridicit
6. Suddivisione dei crediti in classi fatta dal debitore
7. Proposta di concordato del debitore e relazione attestante la fattibilit
8. Modalit di soddisfazione dei crediti e fabbisogno del concordato indicati dal debitore
9. Situazione patrimoniale esaminata dal commissario giudiziale e risultanze della stima redatta in
22

occasione dell'inventario dei beni


10. Considerazioni del commissario giudiziale sul piano proposto dal debitore, sulla convenienza del
concordato e stima del fabbisogno concordatario in relazione alle modalit di soddisfazione delle diverse
classi di creditori. Meritevolezza.
11. Accertamento dei crediti ed elenco dei creditori ammessi al voto.
11.1.

Elenco dei creditori

11.2.

Criteri di formazione delle classi

11.3.

Valenza giuridica degli elenchi

11.4.

Voto e maggioranze.

12. Conclusioni.
[luogo e data]
Il commissario giudiziale
[firma]

23

APPROVAZIONE CONCORDATO E GIUDIZIO DI OMOLOGAZIONE

Concordato preventivo ... n.


Giudice delegato: dott. ...
Commissario giudiziale: Dott. ...

Spett.le

Oggetto: concordato preventivo della societ ...


Vi comunico che in data ... il Tribunale di ... ha omologato il concordato preventivo della societ ... della
quale siete creditori per l'importo di euro ... in via chirografaria (ovvero, privilegiata ai sensi dell'art. ...), alle
condizioni di cui alla domanda in data ..., integrata con memoria in data ...
Vi avverto, altres, che avverso detto decreto possibile proporre reclamo ai sensi dell'art. 739 cod. proc. civ.
Distinti saluti.
[luogo e data]
il commissario giudiziale

24

[firma]

TRIBUNALE DI ...
Sezione fallimentare
Concordato preventivo ...
Giudice delegato: dott. ...
Commissario giudiziale: dott. ...

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE AL DEPOSITO DELLE SOMME SPETTANTI AI CREDITORI CONTESTATI,


CONDIZIONALI OD IRREPERIBILI
Ill.mo Tribunale,
il sottoscritto, dott. ..., commissario giudiziale della ... in concordato preventivo
PREMESSO CHE
il piano allegato dal debitore alla domanda di ammissione alla procedura, integrato con memoria in
data ..., prevede la distribuzione ai creditori appartenenti alla classe dei ..., dell'importo pari al ...%
dei crediti rispettivamente vantati;
il creditore, signor ..., al quale spetta, secondo il piano, l'importo di euro ..., attualmente
[contestato, condizionale, irreperibile];
tutto ci premesso, ai sensi dell'ultimo comma dell'art. 180 l.f.;
CHIEDE DI
essere autorizzato a depositare la somma spettante al creditore, signor ..., nelle forme che il Tribunale vorr
indicare.
Con osservanza.
[luogo e data]
il commissario giudiziale
[firma]

25

TRIBUNALE DI ...
Sezione fallimentare
Concordato preventivo ...
Giudice delegato: dott. ...
Commissario giudiziale: dott. ...
ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SVINCOLO DELLE SOMME DEPOSITATE SPETTANTI AI
CREDITORI CONTESTATI, CONDIZIONALI OD IRREPERIBILI
Ill.mo Tribunale,
il sottoscritto, dott. ..., commissario giudiziale della ... in concordato preventivo
PREMESSO
il piano allegato dal debitore alla domanda di ammissione alla procedura, integrato con memoria in
data ..., prevedeva la distribuzione ai creditori appartenenti alla classe dei ..., dell'importo pari al ...%
dei crediti rispettivamente vantati;
il creditore, signor ..., al quale spetta, secondo il piano, l'importo di euro ..., era, al momento del
riparto, irreperibile;
con decreto in data ... codesto Ill.mo Tribunale ha disposto il deposito della somma predetta in un
libretto di risparmio intestato al creditore;
il signor ... chiede ora l'attribuzione della somma predetta;
TUTTO CIO PREMESSO
ai sensi dell'ultimo comma dell'art. 180 L. fall.;
CHIEDE CHE
sia autorizzato lo svincolo del deposito e la consegna del libretto sopra indicato al creditore signor ...
Con osservanza.
[luogo e data]
il commissario giudiziale
[firma]

26

TRIBUNALE DI ...
Sezione fallimentare
Concordato preventivo ...
Giudice delegato: dott. ...
Commissario giudiziale: dott. ...
ISTANZA PER LA RISOLUZIONE DEL CONCORDATO
Ill.mo Signor Giudice delegato,
il sottoscritto, dott. ..., commissario giudiziale della ... in concordato preventivo
PREMESSO
con decreto in data ... stato omologato il concordato preventivo della ...;
il piano presentato dal debitore, approvato dai creditori ed omologato dal tribunale ha fissato il
termine del ..., entro il quale la ... avrebbe dovuto versare le seguenti percentuali alle diverse classi
in cui aveva suddiviso i creditori:
-

creditori privilegiati 100%

creditori chirografi ;
nel termine fissato la ... non ha adempiuto e, a seguito delle richieste dello scrivente commissario, la
stessa ha precisato di non essere in grado di far fronte agli impegni assunti in quanto ...;
non ancora trascorso dall'ultimo pagamento il termine annuale previsto dall'art. 137, comma
3, l.f.;
ricorrono quindi le condizioni previste dagli artt. 137 e 186 l.f. affinch si proceda alla risoluzione del
concordato;
CHIEDE CHE
la S. V. voglia riferire al Tribunale affinch dichiari la risoluzione del concordato fallimentare della ...
Con osservanza.
[luogo e data]
Il commissario giudiziale
[firma]

27