You are on page 1of 9

Per gli oneri di urbanizzazione altro stop

a pagina tre www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CRONACA

Radioterapia Interrogazione al governo


a pagina otto e mail redazione@libertasicilia.com

SANITA

Venerd 8 marzo 2012 anno XXV sabato 17 marzo 2013 anno XXVI n. 55direzione amministrazione eeredazione: via Mosco 51 tel. 0931 46.21.11 - faX 0931 / 60.006 - puBBlicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 5151 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 0,50 64 direzione amministrazione redazione: via Mosco 51 tel. 0931 46.21.11 - faX 0931 / 60.006 - puBBlicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0,50

Quotidiano dELLa provincia di SiracuSa

denunciati due dipendenti comunali per falsit materiale

Scoperti dalla polizia a Priolo


D

166 falsi poveri

cronaca

a sesta Commissione Consiliare al Bilancio, Finanze, Tributi e Sviluppo Economico del Comune di Siracusa, ha approvato ed espresso parere favorevole alla proposta del 29 novembre scorso con cui si decurtano del 60% gli emolumenti spettanti al Presidente del Consiglio Comunale, ai Presidenti dei Consigli di quartiere, ai consiglieri comunali e ai consiglieri di quartiere, cos come previsto dalle Legge Regionale del 23 Dicembre 2000. Marco Mastriani, Presidente della VI Commissione Consiliare afferma: abbiamo ritenuto valida e importante la proposta al fine di ottimizzare e razionalizzare la spesa pubblica e ancora una volta dare un esempio di vero e concreto interesse alla politica.
a pagina otto

Spending review al comune


L

SIRACUSA

ue dipendenti del Comune di Priolo e ben 166 falsi poveri sono stati denunciati a piede libero per una serie di reati che vengono loro contestati relativamente alla concessione di sussidi di povert. Ad agire sono stati i poliziotti del Commissariato di Priolo Gargallo, nellambito di un operazione di polizia, ha deferito in stato di libert 168 persone resisi responsabili a vario titolo dei reati truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche; Falsit ideologica commessa dal privato in atto pubblico.
a pagin cinque

finanzieri della Compagnia di Augusta, nellambito di una pianificata attivit di controllo del territorio, ha eseguito una perquisizione.
a pagina cinque

GdF: In casa armi e bionde

Pedofilia on line: preso anche un siracusano

C anche un siracusano tra le persone arrestate nellam-

bito di uninchiesta sulla pedopornografia on line. Si tratta di un quarantunenne finito nel merito degli investigatori insieme ad altre tre persone che sono state materialmente arrestate. Linchiesta denominata Abuse contro la divulgazione di video pedo-pornografici su Internet stata coordinata dalla Procura distrettuale di Catania.
A pagina sei

8 Marzo 2013, venerd

Appuntamento stamane alle ore 9,30 al Grand Hotel Politi a Siracusa con i massimi vertici della Regione Siciliana e della Programmazione, promosso dalla Camera di Commercio di Siracusa, con i Comuni, lAnci Sicilia, la Provincia Regionale, le Associazioni di Categoria Datoriali, le Forze Sindacali, e gli Ordini Professionali, per individuare una metodologia che possa aggredire la forte crisi che ha messo in ginocchio leconomia e loccupazione e, nello stesso tempo, mettere in atto forme di governance di un territorio che, tra laltro, ha gi sperimentato positivamente, nel recente passato, strumenti di programmazione concertata, in modo da utilizzare al meglio i Fondi Strutturali Europei e rilanciare lo Sviluppo. Lincontro confronto, aperto dal saluto del Prefetto di Siracusa, Armando Gradone, verr introdotto da: Pippo Gianninoto Vice Presidente Camera di Commercio di Siracusa; Renata Giunta Consulente Piano Strategico Provinciale; e vedr gli interventi di: Aldo Garozzo Associazioni Datoriali; Stefano Munaf Sindacati dei Lavoratori; Paolo Amenta Vice Presidente ANCI Sicilia; Nicola Bono Presidente Provincia Regionale di Siracusa; Bruno Marziano Presidente Commissione Attivit Produttive ARS; Felice Bonanno Direttore Dipartimento Programmazione Regione Siciulia; Linda Vancheri Assessore Attivit Produttive Regione Sicilia; Luca Bianchi Assessore Economia Regionale Sicilia. Le conclusioni sono affidate al Presidente della Camera di Commercio Ivanhoe Lo Bello. Nel pomeriggio un convegno dal tema EXPO 2015 Unopportunit per le Imprese Siciliane. Parte dalla Sicilia il percorso di presentazione di Expo 2015, la grande manifestazione internazionale che si

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

8 Marzo 2013, venerd

oneri urbanizzazione ancora un altro stop


Ancora

E venuto a mancare il numero legale allultima seduta del Consiglio comunale che rimetter largomento in calendario

Incontro-confronto stamane presso G.H. Villa Politi

Territori in movimento lo sviluppo ri-parte dal basso


Per individuare una metodologia che possa aggredire la forte crisi che ha messo in ginocchio leconomia e loccupazione
terr a Milano e dar visibilit alla tradizione italiana, alla creativit e allinnovazione nel settore dellalimentazione. Sempre oggi alle ore 16, a Villa Politi a Siracusa lAmministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A., Giuseppe Sala, e il Commissario Generale del Padiglione Italia, Diana Bracco, incontreranno le imprese siciliane per aprire un dialogo reale tra il nostro territorio e questa grande macchina che si accinge a partire. Aldo Bonomi, direttore di Aaster, Consorzio di Ricerca, e Ivan Lo Bello, vice Presidente Confindustria nazionale sono i promotori dell'evento. Saranno presenti Rosario Crocetta, Presidente Regione Sicilia, Linda Vangheri, Assessore regionale alle Attivit Produttive e circa un centinaio di attori dell'economia siciliana, in particolare di Siracusa, Ragusa e Catania. La presentazione di Expo 2015 parte dalla Sicilia proprio perch rappresenta la piattaforma mediterranea di un nuovo made in Italy fatto di agricoltura, produzioni locali, turismo, beni comuni, culture locali dellaccoglienza: qualit centrali nel tema dellesposizione Nutrire il pianeta, energia per la vita. A Siracusa si discuter di come il tema dellalimentazione possa essere anche occasione di uscita dalla crisi e aprire una nuova fase anche per la regione siciliana. Lincontro unoccasione che nasce per illustrare le straordinaria opportunit sia per lEsposizione e sia per i territori ascoltare proposte e aspettative interessanti per costruire relazioni con i territori. Infine cresce limprenditorialita al femminile in provincia di siracusa, trend positivo rispetto al paese in occasione della Festa della Donna, dell8 Marzo, la Camera di Commercio di Siracusa, il suo Presidente, Ivanhoe Lo Bello, e di tutti i Vertici Camerali, esprimono piena soddisfazione per il trend positivo fatto registrare dalle Imprese al Femminile allinterno del sistema imprenditoriale siracusano per lanno 2012. Un dato in continua crescita in tutti i settori che mette in evidenza la determinazione delle Imprenditrici nel contribuire allo Sviluppo del territorio, nonostante le difficolt dovute alla crisi economica che sta mettendo in ginocchio le attivit produttive siciliane e del Paese nel suo complesso. Secondo i dati elaborati da Infocamere ed estratti dal Registro delle Imprese della Camera di Commercio, sullincidenza delle Imprese al Femminile nel sistema produttivo della provincia di Siracusa per il 2012.

una battuta a vuoto del consiglio comunale sullaggiornamento degli oneri di urbanizzazione secondo i dati Istat. Cos come accaduto ieri, anche stasera non stato raggiunto il numero legale per avviare i lavori. Al momento dellappello, in aula erano presenti 12 consiglieri su un numero minimo previsto di 16. Il presidente Edy Bandiera, subito dopo avere dichiarata chiusa la sessione, ha annunciato che convocher gi per luned prossimo la conferenza dei capigruppo per trattare nella prima seduta utile la delibera sugli onori di urbanizzazione e altri provvedimenti urgenti.. Sulla questione intervenuto anche lex assessore comunale Salvo Sorbello. Il consiglio comunale torni a riunirsi al pi presto per deliberare sugli oneri di urbanizzazione - dice , dopo due sedute a vuoto. Se non decider il consiglio, lo far il commissario regionale, che adotter gli aumenti proposti dallufficio, senza migliorare la situazione attuale. Non ho condiviso gli spropositati aumenti degli oneri approvati dal consiglio tre anni fa e sono convinto sia ancora possibile intervenire per fare pagare meno chi intenda realizzare opere secondo i criteri del risparmio ener-

In foto, seduta del Consiglio comunale.

getico e per destinare, in maniera vincolata, il dieci per cento dellimporto incassato annual-

mente per contribuire allabbattimento delle barriere architettoniche, visto che lo Stato e la Regione

hanno azzerato i relativi finanziamenti. Anche il consigliere Fabio Rodante dice

la sua sulla questione: "In occasione del dibattito sulladeguamento degli oneri di urbanizzazioni,

ho richiesto un confronto con le categorie professionali che pi di altre lavorano presso gli uffici tecnici comunali e conoscono lincidenza degli oneri di urbanizzazione sulle scelte dei privati che vogliono costruire. Ho incontrato architetti, ingegneri e geologi, e tutti hanno riscontrato lo stesso incombente problema della mancanza di condivisione delle scelte politicoamministrative sul settore edilizio. Il comune di Siracusa ha subito pi di altri londa lunga della crisi economica. Le concessioni edilizie autorizzate restano in giacenza presso gli uffici, perch i concessionari non hanno liquidit per il pagamento degli oneri di urbanizzazione. Un ostacolo, questo, che ha bloccato il settore e al quale lamministrazione non ha saputo offrire incentivi n detrazioni. Eppure lo strumento era a portata di mano.

autosport

s.r.l. c.da targia 18 siracusa tel.0931 759918

autosport.toyota.it

prevenire la corruzione nominato il responsabile

8 Marzo 2013,venerd

8 Marzo 2013, venerd

Presentate le iniziative sul tema della trasparenza e correttezza e della lotta alla corruzione. Responsabile della prevenzione della corruzione dellEnte, il Segretario generale avvocato Antonio Maria Fortuna, nominato nel suo incarico dal presidente Bono qualche mese fa. La Provincia regionale di Siracusa stato il primo ente locale del Siracusano a dotarsi della figura del responsabile alla lotta alla corruzione prevista dallentrata in vigore della Legge 190, lo scorso 6 novembre. La legge 190 - dice il presidente della Provincia - prevede lentrata in vigore di un pacchetto di norme sulla lotta alla corruzione nella pubblica amministrazione che gi la mia amministrazione attuava da tempo ha spiegato il presidente Bono - . E tutto ci perch sin dal mio insediamento alla Presidenza della Provincia, ho fatto della trasparenza e correttezza amministrativa una bandiera. Partiamo dal fatto che spesso il cattivo funzionamento della macchina amministrativa e la conseguente diffusione della corruzione, evidenziano delle responsabilit precise e gravi, sia dal punto di vista del personale politico, che soprattutto dellapparato burocratico, che vanno assolutamente intercettate e rimosse. Pu anche capitare che qualche volta, tali disfunzioni siano dovute, a semplice ignoranza delle norme, e per ovviare a questo problema organizzeremo dei corsi di formazione specifici al nostro personale. Abbiamo adottato il principio che la trasparenza e correttezza, vanno applicate e non semplicemente declamate, ed i fatti hanno confermato che questo nostro modo di fare giusto. Infatti, siamo lunico ente pubblico siracusano ad avere aderito allassociazione Siracusa Giustizia, che vuol costituire un concreto sostegno alla giustizia che spesso non applicata come dovrebbe perch, mancano i mezzi, e anche semplicemente gli strumenti operativi. Luned 18 marzo consegneremo al Tribunale di Siracusa decine di migliaia di euro di materiale di segreteria per evitare che il meccanismo Giustizia si inceppi perch, ad esempio, manca la carta! Sul fronte degli appalti,abbiamo

Latto stato illustrato dal presidente della Provincia regionale primo ente ad adottare la figura per la lotta allillegalit

Ferrara: A Priolo fenomeno preoccupante

CronaCa

Priolo: scoperti 166 falsi poveri Deferiti 2 dipendenti comunali


In foto, la presentazione del responsabile della lotta alla corruzione alla Provincia

In foto, il Municipio di Priolo Gargallo.

Sulla denuncia dei fasi poveri

gi fatto la rotazione, per ben tre volte, in meno di 5 anni, dei dirigenti del settore ottenendo dei risultati ragguardevoli. Abbiamo imposto lasta pubblica anche per quei provvedimenti che non lo prevedevano, istituito lalbo dei professionisti di fiducia e, nel Sito dellEnte offriamo a tutti la possibilit di seguire tutte le attivit amministrative ed i rela-

tivi atti. Tutte queste azioni, gi da noi adottate empiricamente in passato, sono contemplate nel pacchetto anticorruzione, insieme ad altre misure che oggi abbiamo ufficialmente adottato come giunta e che entro il prossimo 31 marzo il consiglio provinciale dovr approvare. Fra queste il Piano triennale della prevenzione della corruzione, insieme ad altre

Rapinatore solitario in azione nella serata di mercoled scorso

Agenzia di scommesse rapinata da un individuo

in unagenzia per le scommesse a Siracusa. Lallarme scattato venti minuti prima delle ore 19, quando un individuo con il volto travisato da passamontagna ed armato di un taglierino ha fatto irruzione allinterno dellagenzia di scommesse sportive di via Epicarmo. Si diretto alla cassa e, dopo aver minacciato i dipendenti brandendo il taglierino, si + fatto consegnare la somma complessiva di 1.600 euro, allontanandosi subito dopo a piedi per le vie circostanti. Sul posto giunta una pattuglia degli agenti delle Volanti della Questura di Siracusa, che ha avviato le indagini per venire a capo di questo nuovo fatto di criminalit diffusa.

L'incendio di un'autovettura Fiat Punto posteggiata in via Pier Capponi, a Noto, ha reso necessario, a mezzanotte, l'intervento della squadra del locale distaccamento dei Vigili del Fuoco; le fiamme, subito spente dai soccorritori, erano localizzate nella sola parte posteriore del veicolo: tale circostanza, pur non rilevando elementi concreti, ha indotto i Vigili del Fuoco a ritenere dolosa l'origine dell'evento. Sul posto, i Carabinieri.

Noto: in fiamme unauto parcheggiata in via P. Capponi

importanti norme previste nella Legge 190, come il regolamento dei controlli interni, quello dei procedimenti amministrativi e il codice etico. Si tratta di un pacchetto di norme che dovrebbe permettere alla pubblica amministrazione di funzionare meglio ed ai cittadini di avere delle risposte certe, se la pubblica amministrazione non funziona, lintera collettivit ad essere danneggiata. Un Paese corrotto, e lItalia purtroppo lo secondo le graduatorie internazionali, non funziona ha concluso Bono - perch si privilegia linteresse, peraltro illecito, del singolo a danno di quello collettivo. Per questo oggi un giorno importante, e la lotta alla corruzione una priorit per tutti i cittadini. Il presidente del consiglio provinciale Mangiafico si soffermato sulla corruzione come metafora della malattia che ha colpito la nostra democrazia: I cittadini sentono che fra le loro esigenze e le risposte della pubblica amministrazione c una sorta di black-box che fa da mediazione, che impedisce il contatto diretto. Bisogna che dalla fonte, cio il cittadino si passi direttamente alla soddisfazione del suo legittimo interesse , senza mediazioni e mediatori. Il consiglio provinciale si far carico del pacchetto di norme previste perch ci deve essere una risposta trasparente.

ue dipendenti del Comune di Priolo e ben 166 falsi poveri sono stati denunciati a piede libero per una serie di reati che vengono loro contestati relativamente alla concessione di sussidi di povert. Ad agire sono stati i poliziotti del Commissariato di Priolo Gargallo, nellambito di un operazione di polizia, ha deferito in stato di libert 168 persone resisi responsabili a vario titolo dei reati truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche; Falsit ideologica commessa dal privato in atto pubblico; Falsit materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici; Falsit ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici in quanto beneficiavano illecitamente, sulla base di false attestazioni reddituali, di sussidi elargiti dal Comune di Priolo. Le indagini prendono spunto da un esposto che segnalava lelargizione di sussidi destinati alle fasce sociali dei meno abbienti a soggetti privi dei prescritti requisiti richiesti dalla legge. Al fine di verificare la veridicit dellesposto, personale dipendente procedeva nel mese di novembre 2012 al sequestro, presso il Comune di Priolo Gargallo, dei fascicoli inerenti le Determine Dirigenziali del

Dellindagine si sono occupati i poliziotti del commissariato che hanno spulciato 1500 pratiche di sussidio
II settore alle Politiche Sociali mediante le quali erano state liquidate una serie innumerevole di sussidi verso fasce sociali dei meno abbienti. Durante le fasi del sequestro, gli Agenti sorprendevano un dipendente comunale intento a formare un atto a nome di uno dei soggetti per il quale il Commissariato di Priolo Gargallo aveva richiesto la documentazione sussidiaria. In specie si accertava che latto, che il dipendente comunale stava falsificando, era relativo ad una concessione di contributo straordinario una-tantum del mese di febbraio 2012. Ai due dipendenti comunali veniva contestata laccusa di falsit materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici) e falsit ideologica commessa al pubblico ufficiale in atti pubblici), Inoltre, sono stati sequestrati tutti i faldoni relativi agli aiuti sussidiari (per le annualit 2011 e 2012) al fine di meglio verificare le singole posizioni dei destinatari degli aiuti economici. Nello specifico, gli investigatori eseguivano una scrupolosa analisi delle singole pratiche poste in sequestro, (circa 1.500 pratiche annualit 2012) grazie alle quali, utilizzando diverse banche dati tra cui il sistema informatico INPS, si accertava, senza tema di smentita, che par-

te delle dichiarazioni prodotte allinterno delle istanze, circa la situazione reddituale dei richiedenti, risultavano artatamente modificate al fine di indurre in errore il pubblico Ufficiale preposto alla concessione dellaiuto sussidiario. Dalla disamina degli atti emerso che su 1500 pratiche sussidiarie 166 presentavano delle irregolarit. Nello specifico i soggetti coinvolti omettevano e/o falsificavano le informazioni inserite nelle dichiarazioni ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), con la finalit di presentare una falsa soglia dindigenza. In numerosi casi, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, i presunti falsi poveri presentavano dichiarazioni in cui risultavano, a loro dire, nullatenenti. Dagli accertamenti emerso che tra i falsi poveri vi erano lavoratori dipendenti, proprietari di immobili e terreni, non dichiarati nelle dichiarazioni. Alla luce di quanto scoperto dagli agenti di polizia, i 166 richiedenti dellaiuto sussidiario, in mancanza dei requisiti richiesti ed ottenuto sulla scorta delle false dichiarazioni rese ai pubblici ufficiali, sono stati in stato di libert alla Procura della Repubblica di Siracusa insieme a due dipendenti comunali.

a Priolo Gargallo, riceviamo e pubblichiamo una nota di commento da parte di Antonello Ferrara, responsabile dellOsservatorio e segretario diocesano facente funzioni. Leggendo i giornali online ho appreso della notizia che 168 persone residenti nel Comune di Priolo Gargallo, beneficiavano illecitamente di sussidi elargiti dallo stesso Ente. Con la povert cos in aumento non tollerabile che ci siano situazioni come queste che rischiano di non consentire al Comune di Priolo di dare risposte adeguate a chi davvero nel bisogno. Questa vicenda dimostra che c' molta arroganza nel gestire il potere, anche un sola persona che ha un sussidio che non merita la sconfitta del sistema di aiuto dello Stato, delle Regioni, dei Comuni agli indigenti. Oggi grazie alla Polizia del commissariato di Priolo siamo venuti a conoscenza di un meccanismo malato. Chiedo alla Polizia di continuare a verificare ed intervenire duramente sui casi accertati e indagare non solo sulle eventuali responsabilit dei dirigenti, ma anche capire se c' una disponibilit legata a pressioni politiche di tipo clientelare. Commettere un errore possibile, anche possibile che una persona possieda una casa ma che non percepisce uno stipendio adeguato per il proprio sostentamento. Ritengo invece fondamentale verificare lo stile di vita di coloro i quali hanno ricevuto questi sussidi. Rimane un fatto, che comunque in una comunit piccola come quella di Priolo Gargallo 168 persone, rappresentano un numero elevato e mi chiedo se non ci sia dietro un sistema.

8 Marzo 2013,venerd

Pedofilia on line: in manette anche un 41enne siracusano


C
anche un siracusano tra le persone arrestate nellambito di uninchiesta sulla pedopornografia on line. Si tratta di un quarantunenne finito nel merito degli investigatori insieme ad altre tre persone che sono state materialmente arrestate. Linchiesta denominata Abuse contro la divulgazione di video pedo-pornografici su Internet stata coordinata dalla Procura distrettuale di Catania. La polizia postale del capoluogo etneo, durante perquisizioni domiciliari disposte dal procuratore aggiunto Marisa Scavo e dal sostituto Laura Garufi, ha sequestrato diverso materiale a sfondo pedopornografico. Per tale motivo finito in manette, perch colto in flagranza di reato il siracusano M.C., il quale, assistito dallavvocato Matilde Lipari, comparso ieri mattina dinanzi al Gip del tribunale di Siracusa, Vincenzo Panebianco, per ludienza di convalida degli arresti. Il giudice per le indagini preliminari ha per disposto la trasmissione degli atti al tribunale di Catania dichiarando la propria incompatibilit territoriale rispetto ad unindagine che si sviluppata proprio a Catania anche se ha avuto riscontro su tutto il territorio siracusano. Con la stessa accusa sono stati arrestati un 51enne a Catania, un 54enne, recidivo, a Livorno, e un 41enne a Mantova. L'operazione scaturisce da una collaborazione tra la polizia italiana e quella tedesca, in particolare la sezione criminale del North Rhine Westphalia, ed ha riguardato il contrasto della divulgazione di materiale pedo-pornografico su Internet tramite il programma eDonkey2000. In particolare, tra la fine del 2011 e l'inizio del 2012 gli indagati avrebbero divulgato alcuni video di pornografia infantile. Il coordinamento e lo scambio di informazioni avvenuto tramite il Centro nazionale di contrasto della pedopornografia on-line (Cncpo) della Polizia postale di Roma. Le citt interessate dalle perquisizioni in Italia sono state: Catania, Siracusa, Palermo, Messina, Reggio Calabria, Napoli, Salerno, Roma, Livorno, Vicenza, Verona, Mantova e Udine. R.L.

E stato arrestato nella flagranza del reato a seguito di una perquisizione domiciliare eseguita dagli agenti della polizia postale di Catania nellambito dellindagine Abuse

coltivava marijuana pachinese condannato


Coltivava
piante di marijuana in un terreno agricolo abbandonato. Per tale motivo stato condannato un pachinese, che ricorso al rito abbreviato, come richiesto dal legale difensore, lavvocato Anna Maria Campisi. Il Gup del tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, ha inflitto la condanna a 2 anni di reclusione oltre al pagamento di una multa pari a 3 mila euro, a carico di Maurizio Tuzza di 35 anni, originario di Modica. Sono stati i poliziotti del commissariato di Pachino ad eseguire il 14 giugno dello scorso anno un appostamento in contrada Camporeale, nelle campagne di Pachino, dove ha osservato la presenza del Tuzza che coltivava sessantuno piante di marijuana.

da roma doCCIa fredda Per tUttI gLI aUgUstanI

Sono stati i finanzieri della Compagnia di Augusta ad eseguire la perquisizione a casa di un sessantottenne gi noto
I

deteneva armi e sigarette Anziano finisce in manette

8 Marzo 2013, venerd

Ai sensi della normativa antimafia, stato sciolto il consiglio comunale di Augusta deliberato ieri dal Consiglio dei Ministri. "Questa veramente una di quelle occasioni in cui non avrei mai voluto dire "lo avevo detto - lo ha dichiarato l'on. Stefania Prestigiacomo del Pdl - un mese e mezzo fa ho invitato i consiglieri comunali di Augusta alle dimissioni per evitare alla citt e a tutti i cittadini onesti la vergogna dello scioglimento del consiglio comunale per mafia, marchio infamante per la comunit. Un appello che stato raccolto da alcuni consiglieri. Tutti gli altri sono rimasti attaccati alla poltrona, mentre il commissario straordinario si occupava dell'amministrazione della citt. Se ci sono stati illeciti, i responsabili ne risponderanno nelle sedi giudiziarie dove avranno modo di difendersi. Chiedevo un sussulto di dignit al Pd che negli anni ha portato il Comune in queste condizioni di crisi. Non arrivato. Adesso pensiamo all'immagine della citt. Cio al polo in-

Augusta: Sciolto per mafia il consiglio comunale

dustriale, al porto commerciale, allarsenale che sono risorse chiave per la nostra economia. Tutti insieme, con responsabilit, possiamo farcela".

CronaCa. La dIsPerazIone dI Una donna

Lautomobile ma anche landrone dellospe-

Vivo in auto e dormo nellandrone dellospedale, qualcuno mi ascolti

Ruba ori a casa dei nonni

dale rappresentano il ricovero per la notte. Dal 23 gennaio scorso, da quando cio, divenuto esecutivo lo sfratto dallabitazione di edilizia popolare che le avevano assegnato in via provvisoria, una donna ed il figlio disoccupato non trovano di meglio per ripararsi dal freddo. In queste nottate di pioggia e di freddo non sappiamo come fare - dice Pierina Cristina, una donna che senza tetto da due mesi e pi - Mio figlio disoccupato ed io non so dove sbattere la testa. La vicenda risale al 21 aprile 2011 quando le viene assegnato un alloggio popolare in Largo Luciano Russo dal Comune di Siracusa in virt del fatto che si tratta di un nucleo familiare disagiato. Ho tre figli - dice - uno dei quali gravemente ammalato di diabete per cui necessita di costanti cure. Per stargli vicino negli ultimi mesi ho deciso di trasferirmi ma in maniera del tutto provvisoria nella sua abitazione. Ebbene, qualcuno ha pensato che io avessi abbandonato lalloggio che mi avevano assegnato. Peggio, si era sparsa la voce che quellappartamento me lo fossi venduto. Sulla scorta di tali notizie, perviene il 6 settembre dello scorso anno allassegnataria dellalloggio popolare una diffida ad abban-

donare limmobile in custodia provvisoria. Io non riuscivo a comprendere perch mi fosse stata fatta questa diffida - afferma - Mi sono, per, resa conto che qualcosa stava accadendo. Lallarme scattato quando mi stata notificata il 17 dicembre scorso unordinanza del sindaco che, accusandomi di avere occupato abusivamente lalloggio che il Comune mi aveva assegnato, mi intimava a lasciarlo entro quindici giorni. Finch il 23 gennaio arrivata una squadra di agenti di polizia municipale ai quali ho dovuto riconsegnare le chiavi lasciando lappartamento. Sono stata cacciata assieme a mio figlio in mezzo ad una strada. Allufficio Politiche sociali mi hanno detto di cercarmi una casa in affitto - continua - in modo tale da accedere a speciali contribuzioni da parte del Comune. Ma come faccio ad anticipare laffitto della casa se non ho nemmeno i soldi per mangiare? E poi, da quando sono rimasta senza casa, paradossalmente non risiedo pi a Siracusa, anzi non risiedo in alcun posto. E allora? Come la mettiamo questa situazione? Io sono disposta ad andare avanti nella mia protesta perch qualcuno deve darmi una risposta, qualcuno deve risarcirmi del torto che mi stato arrecato. R.L.

finanzieri della Compagnia di Augusta, nellambito di una pianificata attivit di controllo del territorio, ha eseguito una perquisizione preso labitazione di un cittadino megarese gi noto alle Forze dellOrdine, sospettato di detenere, per il conseguente commercio, tabacchi lavorati esteri. Nel corso delle operazioni, le Fiamme Gialle hanno inizialmente rinvenuto un modesto quantitativo di bionde, recanti i loghi Ms e LM. Ma la sorpresa ancora doveva arrivare: infatti, i finanzieri, a seguito di pi Le sigarette e le armi sequestrate dai finanzieri. minuziose ricerche allinterno dei loca- perta di un beauty- proprio arsenale do- perfetta funzionali- brese) stato denunli in questione, nel- case occultato allin- mestico, costituito t delle armi, pi di ciato in stato darrela convinzione di terno di una nicchia da due pistole cali- 250 proiettili, una sto, ed stato posto poter ulteriormente ricavata nelle inter- bro 7.65 e 6.35 con fondina ad estrazio- ai domiciliari presso rinvenire generi di capedini di una pa- matricola abrasa, 3 ne rapida ed un kit di la propria abitaziorete dellabitazione, caricatori completi pulizia armi. I Carabinieri di Fer- contrabbando da se- al cui interno sta- di munizionamento, Il 68enne megarese ne a disposizione dellAutorit Giudiquestrare, venivano la hanno deferito in incuriositi dalla sco- to trovato un vero e a comprova della (S.D. - di natali cala- ziaria competente. stato di libert e soggetti di Ferla, V.E. di 21 anni e M.C. di 32, ritenuti responsabili di un furto allinterno di unabitazione di unanziana coppia, la notte tra venerd e sabato. Le modalit facevano propendere che gli autori conoscessero la vittima e le loro abitudini, oltre ad essere in possesso di una copia delle chiavi di casa. Le indagini si concentravano sul nipote delle vittime, il quale approfittando dellora notturna si era introdotto nellabitazione asportando dei gioielli, che vendeva ad un altro soggetto di Ferla. Le indagini hanno appurato che i gioielli erano stati venduti ad un coms.r.l. c.da targia 18 siracusa tel.0931 759918 autosport.toyota.it pro oro di Siracusa, per la somma di 600 euro circa.

autosport

8 Marzo 2013, venerd

La sesta commissione Bilancio ha approvato la proposta di decurtare gli emolumenti del sessanta per cento anche ai consiglieri comunali e di quartiere

vita di Quartiere

8 Marzo 2013, venerd

a sesta Commissione Consiliare al Bilancio, Finanze, Tributi e Sviluppo Economico del Comune di Siracusa, ha approvato ed espresso parere favorevole alla proposta del 29 novembre scorso con cui si decurtano del 60% gli emolumenti spettanti al Presidente del Consiglio Comunale, ai Presidenti dei Consigli di quartiere, ai consiglieri comunali e ai consiglieri di quartiere, cos come previsto dalle Legge Regionale del 23 Dicembre 2000. Marco Mastriani, Presidente della VI Commissione Consiliare afferma: abbiamo ritenuto valida e importante la proposta al fine di ottimizzare e razionalizzare la spesa pubblica e ancora una volta dare un esempio di vero e concreto interesse alla politica. Gi qualche mese addietro, in occasione dell'approvazione del bilancio di previsione 2012 e del bilancio pluriennale, approvammo un minore stanziamento pari al 25% in riferimento alle spese relative ai costi della politica, con la finalit di razionalizzare le esigue risorse economiche pubbliche. E' importante capire una cosa, senza falsa demagogia, che questo un passo importante al fine di rappresentare al meglio e al massimo le istituzioni, ma per la citt e i cittadini occorrono obiettivi altrettanto importanti e difficili. Alcune priorit oggi sono rappresentate dalle continue e in aumento richieste di aiuto e sostentamento per i servizi relativi alla solidariet sociale, che ci dimostrano come sia in aumento il fenomeno della povert e dell'impoverimento. Urge fare interventi straordinari in riferimento all'edilizia popolare- continua Mastriani - che rappresenta veramente un'emergenza per questa citt. A tal proposito, basti pensare alla oltre trecento domande di contributivo abitativo regionale che aspettano di essere finanziate, pur essendoci gi le graduatorie e a causa della Regione Sicilia si aspettano i soldi da quasi un anno e mezzo. Urge avviare iniziative concrete al contrasto del fenomeno della disoccupazione giovanile, che in questo comune e in provincia di Siracusa raggiunge anche il 40%. Interventi urgenti devono riguardare il sostegno all'accesso al credito e al micro credito, al fine di incentivare anche le piccole e medie imprese.

tagli per i presidenti di circoscrizione e per il presidente del civico consesso

La Resse la cattedra di Pietro nel travagliato periodo storico a cavallo fra la scomparsa del mondo classico e la nascita del sacro romano impero pi alta carica riconosciuta nella religione cattolica
l papa la pi alta autorit religiosa riconosciuta nella religione cattolica; secondo il diritto canonico, il vescovo della chiesa di Roma, capo del Collegio dei vescovi, vicario di Cristo e pastore qui in terra della Chiesa universale, possedendo anche i titoli di sommo pontefice della Chiesa cattolica e, per gli aspetti civili, di sovrano dello Stato della Citt del Vaticano[.L'ufficio del papa prende il nome di Papato, mentre la sua giurisdizione ecclesiastica ha il nome di Santa Sede o Sede Apostolica, infatti sede apostolica ed ente di diritto internazionale. La particolare preminenza del papa sulla Chiesa deriva dal suo essere considerato successore dell'apostolo Pietro, al quale l'interpretazione cattolica dei Vangeli riconosce l'incarico, ricevuto direttamente da Cristo, di guida della Chiesa universale[4]. Pietro, secondo la tradizione, avrebbe retto negli ultimi anni di vita la comunit cristiana di Roma, divenendone il primo vescovo e subendovi il martirio nell'anno 67. Il titolo di papa deriva dal greco pppas, espressione familiare per "padre" attestata a partire dal III secolo, contestualmente ad un analogo uso fatto per indicare il vescovo di Alessandria, in Egitto. Attualmente il titolo vacante: fino al 28 febbraio 2013 sulla Sede di Pietro sedeva papa Benedetto XVI, 265 vescovo di Roma, al secolo Joseph Alois Ratzinger.

Nelle foto a sinistra, due ritratti immaginari di papa Stefano III o IV. A destra: tiara papale.

In foto, palazzo Vermexio.

Per il consigliere comunale Mastriani necessario avviare percorsi e procedimenti di sviluppo economico e occupazionale, per far risollevare l'economia siracusana, oggi in grave crisi e difficolt. A tutti questi quesiti e

altri dovrebbero aggiungersi, necessario interrogare la deputazione regionale e nazionale, al fine di dare risposte concrete al territorio e soprattutto avviare percorso strategici di cambiamento e innovazione.

Si tratta, quindi, si una prima forma di spending review che va verso il desiderato moto generale che vorrebbe la riduzione della spesa per la politica ed in questo caso per gli amministratori pubblici locali.

Il Vicepresidente Vicario della Commissione

Radioterapia a Siracusa: interrogazione dellon. Vinciullo al governo regionale


la propria Terra. Poich laggiudicazione della fornitura dei due acceleratori ha continuato lon. Vinciullo porr fine ad una vergognosa ed insopportabile disparit di trattamento tra i malati delle Province di Siracusa e di Agrigento e quelle di tutte le altre Province italiane, opportuno, con lurgenza del caso, assicurarne laggiudicazione definitiva, per garantire equit di trattamento fra tutti i malati oncologici siciliani. Ieri sera, ha proseguito lOn. Vinciullo ho incontrato lAssessore Lucia Borsellino che, quando era Dirigente ad interim dellAssessorato, aveva firmato la nota con la quale incaricava lASP di Agrigento di procedere alla gara per i due acceleratori lineari. A Lei ho ricordato la vicenda, invitandola a predisporre, con lurgenza del caso, tutti gli atti per il finanziamento della radioterapia a Siracusa. Lassessore ha concluso lOn. Vinciullo mi ha assicurato che prender tutti i provvedimenti conseguenziali entro la prossima settimana.

santa

Bilancio e Programmazione dellARS, On. Vincenzo Vinciullo, con unInterrogazione al Governo della Regione e, in particolare, allAssessore alla Sanit, chiede notizie sulle cause del ritardo per laggiudicazione della fornitura di due acceleratori lineari, indispensabili per la cura dei malati oncologici delle Province di Siracusa e di Agrigento. A prescindere dalle somme da conferire al Piano di Azione e Coesione, di cui alle Linee del P.O. F.E.S.R. 2007/2013 ha spiegato lOn. Vinciullo sono a disposizione tutte le somme non impegnate, relative ai ribassi dasta, delle gare per lalta tecnologia, fino ad ora celebrate, le quali somme, pari a oltre 5 milioni di euro, potrebbero coprire, immediatamente, le spese necessarie per aggiudicare, definitivamente, i due acceleratori lineari e garantire cos, anche ai Cittadini delle Provincia di Siracusa e di Agrigento, la possibilit, per i malati oncologici, di poter essere curati nel-

a Sicilia, come largamente documentato, abbraccia da subito il messaggio di Cristo portato dai suoi apostoli. Segnatamente la prima chiesa ufficialmente consacrata alla "nuova religione del Cristo" e offerta come luogo per il culto alla comunit dei cristiani in terra d' occidente a Siracusa. Il cristianesimo si diffonde e penetra in tutte le classi sociali mescolandosi con le pi antiche forme della religiosit greco-pagana e di quella latina ma anche con tradizioni mediterranee ancora pi lontane nel tempo e legate alle primigenie presenze dei sicani o dei siculi o delle popolazioni fenicio-puniche. Religiosit complessa quella dei siciliani, costretta da sempre a misurarsi con tutte le forme di sacralit or-

Stefano iii o iv, un papa venuto dai quartieri della pentapoli


ganizzata che girano per il mediterraneo e non solo: dai riti egiziani di Iside e Osiride a quelli asiatici di Mitra che entrano con prepotenza in certe usanze cristiane. Ed anche nei confronti del cristianesimo il tributo della Sicilia altrettanto complesso: pieno di amori e di odi, di credenti e miscredenti, di santi e del loro contrario. Ma, in positivo, grande la testimonianza di fede del popolo siciliano che possiamo leggere nelle vite di santi e martiri che segnano la storia del cristianesimo di Sicilia, dalle tre grandi Lucia di Siracusa (XIII secolo), santAgata di Catania e santa Rosalia di Palermo (III e IV secolo) a tantissimi altri lungo il corso della storia, o nelle catacombe pi famose del mondo cristiano sia d' oriente che d' occidente, come quelle di Siracusa e di Palermo, o in decine e decine di feste religiose e riti sacrali ancora oggi di assoluta attualit; o ancora in ben cinque papi che la Sicilia porta al soglio di Pietro. Ultimo dei papi siciliani il siracusano Stefano III, o IV. Il pontefice nacque a Siracusa nel 720 e mor a Roma, 24 gennaio 772, viene considerato il 94 papa della chiesa cattolica, dal 1 agosto 768 alla sua morte. Papa Stefano III, o IV vive il suo pontificato in un momento molto difficile per Roma e per l' intera penisola. forte in quel momento il dominio longobardo ed il re Desiderio impone con la forza la nomina a papa di un suo fido, tale prete Filippo. Come immediata reazione il clero, l' esercito e la nobilt romana eleggono Stefano. E Desiderio, come evidente atto di belligeranza alla Chiesa romana, fa sposare sua figlia Ermengarda (il cui vero nome era Desiderata o Desideria) con Carlo Magno, nonostante il Papa Stefano vedesse di mal occhio questa unione tra la casata cattolica dei Franchi e quella dei Longobardi, da sempre in rotta con la Chiesa cattolica. Ma, come sappiamo dalla famosa tragedia del Manzoni, l'Adelchi, dopo appena un anno di matrimonio Carlo Magno ripudia Desideria-Ermengarda che vive da infelice e sofferente il resto della sua vita. Su questa decisione dell' imperatore influ non poco Papa Stefano. Appena un anno dopo la morte del Pontefice, nel 773, Carlo Magno scende in Italia e distrugge il regno longobardo dando ragione all' intuizione di Stefano III che aveva visto nell' alleanza con i Franchi, un futuro di certezze per il Papato romano e latino. Per quanto attiene al sistema elettivo del Papa da parte del collegio cardinalizio riunito in conclave, Stefano III adotta una importante decisione che, da allora ad oggi, pienamente vigente: quella secondo la quale sono eleggibili al papato solo i cardinali preti o diaconi escludendo i rappresentanti della aristocrazia militare e civile di Roma che da sempre avevano influenzato - e con ogni metodo - l' elezione papale. Da allora e fino ad oggi la Sicilia non ha avuto pi papi.

10

8 Marzo 2013, venerd

diverse violazioni ambientali e al regolamento della Riserva Naturale Orientata Cavagrande del Cassibile durante i lavori di costruzione di unarea attrezzata privata denominata Martin Pescatore lungo il fiume Manghisi, ormai sono un dato di fatto. A seguito di unattenta e scrupolosa attivit di accertamento, il Corpo Forestale ha contestato diverse violazioni e sanzionato il titolare dellarea attrezzata e lo ha deferito allAutorit Giudiziaria, confermando pienamente la fondatezza dellesposto presentato dalle associazioni ambientaliste qualche mese fa. Tuttavia, pur riconoscendo la validit dei provvedimenti presi del Corpo Forestale, rimane chiaro che lunico modo per garantire il pieno rispetto della legalit ripristinare

Le

Ora esproprio del territorio

Una metodica sottrazione di spazi comuni alla fruizione collettiva

Nelle foto, due scorci da Manghisi. la libera fruizione polloni, cespugli e di quellarea, impo- qualsiasi altro vegenendo alla ditta di tale dalla zona A della abbattere i paletti, le Riserva e dal demareti e i cancelli che nio. Considerato che sono stati collocati per questa vicenda, abusivamente, oltre a a vario titolo, sono pretendere il rispetto coinvolte diverse audel divieto di tagliare torit quali lAzienda alberi, arbusti, rami, Foreste Demaniali,

il Corpo Forestale, lAssessorato regionale Territorio e Ambiente, la Soprintendenza, il Comune di Noto, il Genio Civile e la Procura, spetta a loro, ciascuno per le proprie competenze e in funzione di quanto sappiano coordinarsi, disporre il ripristino della situazione originaria, ovvero labbattimento di paletti, reti e cancello. Le associazioni insorte contro questa modalit di gestione del territorio restano convinte che la riserva di Cavagrande sia un patrimonio di tutti e che dalla sua libera e responsabile fruizione possano derivare benefici per tutti e anche opportunit di lavoro. Lesperienza di altre realt siciliane, anche in provincia di Siracusa (Vendicari e Valle dellAnapo), dimostra come le attivit economiche di accoglienza e ristorazione possano essere svolte nel rispetto del regolamento di gestione e dei valori ambientali e che anzi dalla libera fruizione delle riserve possano trarre grande beneficio.

nemente definita festa della donna) ricorre l'8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui esse sono ancora fatte oggetto in molte parti del mondo. Questa celebrazione si tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922. Nel VII Congresso della II Internazionale socialista, tenuto a Stoccarda dal 18 al 24 agosto 1907, nel quale erano presenti 884 delegati di 25 nazioni - tra i quali i maggiori dirigenti marxisti del tempo, come i tedeschi Rosa Luxemburg, Clara Zetkin, August Bebel, i russi Lenin e Martov, il francese Jean Jaurs - vennero discusse tesi sullatteggiamento da tenere in caso di una guerra europea, sul colonialismo, sulla questione femminile e sulla rivendicazione del voto alle donne. Su quest'ultimo argomento il Congresso vot una risoluzione nella quale si impegnavano i partiti socialisti a lottare energicamente per lintroduzione del suffragio universale delle donne, senza allearsi con le femministe borghesi che reclamano il diritto di suffragio, ma con i partiti socialisti che lottano per il suffragio delle donne. Due giorni dopo, dal 26 al 27 agosto, fu tenuta una Conferenza internazionale delle donne socialiste, alla presenza di 58 delegate di 13 paesi, nella quale si decise la creazione di un Ufficio di informazione delle donne socialiste: Clara Zetkin fu eletta segretaria e la rivista da lei redatta, Die Gleichheit (Luguaglianza), divenne lorgano dellInternazionale delle donne socialiste. Non tutti condivisero la decisione di escludere ogni alleanza con le femministe borghesi: negli Stati Uniti, la socialista Corinne Brown scrisse, nel febbraio del 1908 sulla rivista The Socialist Woman, che il Congresso non avrebbe avuto alcun diritto di dettare alle donne socialiste come e con chi lavorare per la propria liberazione. Fu la stessa Corinne Brown a presiedere, il 3 maggio 1908, causa lassenza dell'oratore ufficiale designato, la conferenza tenuta ogni domenica dal Partito socialista di Chicago nel Garrick Theater: quella conferenza, a cui tutte le donne erano invitate, fu chiamata Womans Day, il giorno della donna. Si discusse infatti dello sfruttamento operato dai datori di lavoro ai danni delle operaie in termini di basso salario e di orario di lavoro, delle discriminazioni sessuali e del diritto di voto alle donne. Quell'iniziativa non ebbe un seguito immediato, ma alla fine dell'anno il Partito socialista americano raccomand a tutte le sezioni locali di riservare lultima domenica di febbraio 1909 per lorganizzazione di una manifestazione in favore del diritto di voto femminile. Fu cos che negli Stati Uniti la prima e ufficiale giornata della donna fu celebrata il 28 febbraio 1909. Il lunghissimo sciopero, che vide protagoniste pi di 20.000 camiciaie newyorkesi, durato dal 22 novembre 1908 al 15 febbraio 1909, fu considerato, nel Woman's Day tenuto a New York il successivo 27 febbraio, come una manifestazione che univa le rivendicazioni sindacali a quelle politiche relative al riconoscimento del diritto di voto femminile. Le delegate socialiste americane, forti dell'ormai consolidata affermazione della manifestazione della giornata della donna, decisero pertanto di proporre alla seconda Conferenza internazionale delle donne socialiste, tenutasi nella Folkets Hus di Copenaghen dal 26 al 27 agosto 1910 di istituire una giornata dedicata alle donne.

La giornata internazionale della donna (comu-

Luguaglianza di genere come rivendicazione universale

Artemision, gestione provvisoria slitta


8 Marzo 2013, venerd

11

Xviii Grande accoglienza 24premi ledi 258,23 Ecco come devono partecipare alliniziativa i Collaboratori di tutte aziende del settore
la confesercenti provinciale di siracusa presentata la Xviii^ edizione di Grande accoglienza con la collaborazione, dellaccademia italiana della cucina, la manifestazione, unica nel suo genere, come ha sottolineato arturo linguanti, vuole valorizzare e mettere in evidenza, il contributo di professionalit e cortesia dei dipendenti e dei collaboratori delle strutture ricettive e degli esercizi pubblici della citt, per far crescere le loro aziende, ma anche laccoglienza a siracusa. le premiazioni previste da questa edizione della Grande accoglienza prevedono tre sezioni e riguardano: professionalit e cortesia premier 16 dipendenti da aziende del commercio, del turismo, dellartigianato e dei servizi, che si siano contraddistinti per la loro professionalit e

Slitter di una settimana lapertura al pubblico del padiglione dellArtemision, annunciata ieri per sabato prossimo. Lo spostamento dovuto a un ritardo nella firma della convenzione tra il Comune e lAssociazione guide turistiche, che si occuper provvisoriamente della gestione del sito, la cui presidente si trova fuori citt ed stata costretta a prolungare la sua assenza. Sar affidata allAssociazione guide turistiche della citt di Siracusa la gestione provvisoria dellArtemision, il padiglione di piazza Minerva che custodisce i resto del tempio ionico scoperto sotto palazzo Vermexio. La delibera di indirizzo porta la firma del commissario straordinario, Alessandro Giacchetti, ed stata proposta dallUfficio patrimonio, che deve emettere anche la relativa determina di affidamento. Lincarico, che riveste

Lo spostamento dovuto a un ritardo nella firma della convenzione tra il Comune e lAssociazione

Lpertura del padiglione rinviata di una settimana

carattere sperimentale, sar operativa da sabato prossimo (9 marzo) e cesser il 30 giugno. Come previsto dal capitolato, il padiglione rester aperto tutti giorni, compresi i festivi, dalle 10 alle 18 e la gestione sar interamente a carico dellAs-

sociazione guide turistiche, senza costi per il Comune. Linput a questa decisione spiega il commissario straordinario Giacchetti partito dai due giorni di visite guidate realizzati a febbraio. Sono arrivate numerosi attestazioni

di apprezzamento per liniziativa e per il monumento, cos ho ritenuto che sarebbe stato dannoso alla citt tenerlo chiuso nel periodo in cui si intensificano le presenze turistiche e le gite scolastiche. Ci tenevo, comunque, che fosse una soluzio-

ne provvisoria perch giusto lasciare alla prossima Amministrazione la scelta finale. Questi tre mesi serviranno anche a raccogliere dati per il futuro. LAssociazione guide turistiche, infatti, dovr rendicontare i risultati della gestione sia in termini di flussi turistici che di incassi. Il monitoraggio delle prenotazioni, inoltre consentir di misurare linteresse dellutenza per il sito. Il costo del biglietto sar di 1 euro e 50 centesimi e gli incassi dovranno essere interamente destinati a coprire i costi di pulizia, custodia e vigilanza nelle ore di apertura dellArtemision. Il gestore dovr, inoltre, assicurare il rispetto delle norme di sicurezza e dei luoghi, ragione per cui i gruppi non dovranno essere numerosi; anche le visite individuali dovranno svolgersi con lausilio di una guida.

commerciale e del terziario in genere. 24 Targhe ai Titolari dazienda dei dipendenti premiati
cortesia nei rapporti con lutenza. nellambito della manifestazione Grande accoglienza saranno selezionate ricette tipiche del territorio obiettivi generali della iniziativa: Riscoprire antiche ricette del territorio e riproporle nella ristorazione commerciale. Valorizzare i prodotti tipici del territorio. Individuare nel presente legami col passato, ricercare le radici storiche dei fenomeni presi in esame; Promuovere la consapevolezza della molteplicit delle culture; Favorire la vendita e la commercializzazione delle nostre tipicit. Fissare un legame fra cultura gastronomica e offerta ristorativa tema il tema del concorso la produzione di ricette della cucina siracusana e della sua provincia, sia autentica che rivisitata , in tutte le sue espressioni e articolazioni, dallantipasto al dolce. complessivamente saranno assegnati 24 premi di e. 258,23 a dipendenti prescelti sulla base di segnalazioni fatte direttamente dai consumatori e da unapposita commissione di valutazione. in ogni edizione di Grande accoglienza sono state promosse iniziative tese a valorizzare e ad incentivare il consumo di alimenti e bevande di qualit della terra di sicilia. il rilancio delle arance, i limoni, il moscato di siracusa, la dolceria tipica siracusana e dellolio di oliva, componente essenziale nella nostra gastronomia. liniziativa si concluder il 30 marzo 2013. premiati i dipendenti meritevoli ritagliando la scheda pubblicata da libert a mezzo lettera o fax al seguente indirizzo: segreteria consulta provinciale per il rilancio del commercio siracusano via ticino, 8 - Siracusa Tel/Fax 0931/22001. eMail: provinciale @ confesercenti.sr.it Siracusa Patrimonio dellUmanit

Accademia Italiana della Cucina

9 18

Delegazione Siracusa

siracusa 08-03-2013

06

12

tania, il nuovo dossier di salvalarte sicilia sui siti unesco siciliani, seconda edizione (aggiornamento) dopo la prima edizione dal titolo unesco alla siciliana, i siti in sofferenza della bella sicilia" del novembre 2011. emergenze e ritardi nella gestione delle nostre eccellenze culturali. il dossier stato presentato da Gianfranco zanna, direttore regionale di legambiente sicilia, che ha sottolineato che: la situazione in quindici mesi non cambiata, ma anzi peggiorata. e inutile nasconderlo, prende davvero lo sconforto davanti a tanta desolazione, degrado, disattenzione, incuria. e proprio una grave mancanza di cultura, di sensibilit culturale e di rispetto per il passato - per tutto ci che dovrebbe essere unopportunit e una straordinaria occasione di sviluppo e di futuro per questa terra - tutto quello a cui assistiamo ogni giorno intorno ai siti siciliani dichiarati dallunesco patrimonio dellumanit. legambiente non si ferma alle denunce e avanza tre proposte. la prima riguarda i piani di attuazione: dove mancano la redazione, dove ci sono lattuazione. poi, lattivazione e la presenza nei territori interessati dai siti patrimonio dellumanit della fondazione unesco, istituita da alcuni anni presso lassessorato regionale dei Beni culturali e che potrebbe essere un utile strumento diniziativa e controllo per una migliore e pi intelligente gestione coordinata delle attivit inerenti i siti siciliani della World Heritage list. lultima proposta: la nascita di una consulta siciliana per i siti unesco, dove mettere insieme tutte gli enti e istituzioni, pubbliche e private, lassociazionismo, personalit della cultura, presenti nei territori in cui ricadono i nostri patrimoni dellumanit, per definire programmi e progetti per una migliore tutelare e per una vera e forte valorizzazione Citta del tardo barocco del Val di noto (sud-est della sicilia) data discrizione: 2002. Breve descrizione del sito le otto citt della sicilia sudorientale: caltagirone, Militello val di catania, catania, Modica, noto, palazzolo acreide, ragusa e scicli, furono tutte ricostruite dopo il 1693 sopra o accanto a citt esistenti al momento del terremoto che si verific nel dicembre di quellanno. esse rappresentano un notevole impegno collettivo, condotto con successo ad un alto livello di realizzazione architettonica e artistica. in perfetta armonia con lo stile tardo barocco

presentato, mercoled a ca-

II edizione: Emergenze e ritardi nella gestione delle nostre eccellenze culturali

unesco alla siciliana, i siti in sofferenza della bella Sicilia


dalla dott.sa M.G. Branciforti, emise parere negativo sul progetto rfi, proponendo per il raddoppio ferroviario una linea alternativa che passasse ad est di quella attuale. il parere della sezione archeologica venne trasmesso alla conferenza dei servizi, in sede regionale, allegato a quello della sezione urbanistica che richiedeva alle ferrovie ulteriore documentazione e piani particolareggiati che non vennero mai prodotti. ancora oggi da chiarire il passaggio con il quale, pur in presenza del parere negativo espresso dalla soprintendenza di catania, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti trasmise al cipe nel 2004 la relazione istruttoria sul nodo di catania interramento stazione centrale, proponendo lapprovazione del progetto preliminare, fatte salve le succitate prescrizioni e la compatibilit con il prG comunale. la richiesta di radicale modifica del progetto espressa dalla dott.sa M.G. Branciforti venne quindi equiparata ad un parere favorevole con prescrizioni. lambiguit dei successivi atti si gioca inoltre sul fatto che i lavori sulla linea ferroviaria siciliana riguardano altre tratte oltre al raddoppio del binario zurria-acquicella, ma per questultimo si sarebbe dovuto richiedere esplicitamente lo stralcio e ladozione di un progetto alternativo. al succitato percorso a tappe forzate per lapprovazione del piano, sono seguiti dal 2005 ad oggi una serie di accordi di programma e di atti amministrativi per la definizione dei finanziamenti, senza pi entrare nel merito tecnico dei progetti e senza affrontare il nodo catania. si arriva cos allo stanziamento da parte del cipe di 2 miliardi di euro per il progetto complessivo, dei quali 590 milioni destinati al raddoppio dei tratti catania ognina-catania centrale, Bivio zurria-catania acquicella, senza nessuna variazione rispetto al progetto originario. per alcuni anni il piano rfi ha continuato a incombere sulla citt di catania, quasi ignara del pericolo, nonostante qualche allarme lanciato dalle associazioni e dai comitati civici pi attenti. lattenzione dellopinione pubblica catanese stata risvegliata nellestate dello scorso anno, quando la soprintendenza ha bloccato lautorizzazione, richiesta al comune dalle ferrovie dello stato, per effettuare perforazioni, preliminari alla fase operativa dei lavori. da allora associazioni e comi-

8 Marzo 2013, venerd

8 Marzo 2013, venerd

E proprio una grave mancanza di cultura, di sensibilit culturale e di rispetto per il passato - per tutto ci che dovrebbe essere unopportunit e una straordinaria occasione di sviluppo e di futuro per questa terra - tutto quello a cui assistiamo ogni giorno intorno ai siti siciliani dichiarati dallUNESCO Patrimonio dellUmanit.
tati civici come il forum catanese della cultura e dellambiente ed il Gar, la stampa locale, confcommercio, la Giunta comunale, i redattori del nuovo prG ed i cittadini tutti hanno manifestato e ancora oggi protestano contro lesecuzione di questopera devastante. a questo scellerato progetto si opposta anche lassociazione Beni culturali patrimonio Mondiale unesco, approvando nella sua assemblea annuale, svoltasi a piazza armerina il 4 luglio 2012, una raccomandazione nella quale tra laltro esprime profonda preoccupazione per il progetto presentato da rfi a catania, in quanto incide profondamente sul tessuto storico-urbanistico della citt e ne compromette integrit e identit, in superficie e nel sottosuolo; valuta negativamente il piano di demolizione e le opere sussidiarie previste perch basate su un modello di intervento che disattende gran parte delle raccomandazioni unesco. appare evidente che uneventuale, se pur impossibile, approvazione definitiva di questo assurdo e devastante progetto metterebbe in fortissima discussione, anzi la quasi sicura esclusione immediata della citt di catania dai siti riconosciuti dallunesco come patrimonio dellumanit. lalternativa al rovinoso progetto di rfi, delineata gi negli anni ottanta dallarchitetto Giacomo leone, prevede che il raddoppio della ferrovia corra in tunnel dalla stazione centrale, ad una quota pi bassa di nove metri rispetto alla collocazione attuale, fino al porto, passando sotto lo specchio di mare antistante la capitaneria, per poi bucare il manto lavico del 1669, senza il rischio di intercettare resti archeologici, attraversando larea del quartiere san cristoforo per arrivare infine alla stazione Acquicella (pinella leocata, da la sicilia del 19 giugno 2012). Questo consentirebbe tra laltro di realizzare alcune fermate strategiche al porto, a san cristoforo, a via domenico tempio, rivalutando quartieri storici e, inoltre, risulterebbe compatibile con quel futuro parco lineare costiero che valorizzerebbe finalmente il rapporto tra la citt e il mare. anche lultimo passo delliter burocratico compiuto il 28 febbraio scorso, laccordo firmato a roma dal presidente della regione siciliana crocetta, ha incontrato una forte opposizione della citt. tuttavia, si dovrebbe trattare in questo caso di un accordo di programma quadro e, a detta del sindaco stancanelli, il redigendo progetto esecutivo dovr necessariamente essere

13

particolare le fondamenta della anaktoron (palazzo del principe). laltra parte, lantica siracusa, include il nucleo di fondazione della citt, come ortigia, fatta dai Greci di corinto nel viii secolo a.c. il sito della citt, che cicerone descrisse come la pi grande citt greca e la pi bella di tutti i tempi, conserva vestigia quali il tempio di atena (v secolo a.c., poi trasformato in una cattedrale cristiana), un Teatro greco, un Anfiteatro romano, un forte e altro ancora. Molti resti testimoniano la travagliata storia della sicilia, dai Bizantini ai Borboni, intrecciata con larabo-musulmano, i normanni, federico ii degli Hohenstaufen (1197-1250), gli aragonesi e il regno delle due sicilie. la citt storica di siracusa offre una testimonianza unica per lo sviluppo della civilt mediterranea di oltre tre millenni. emergenza a siracusa Gli interventi per la realizzazione di due porti turistici che finora sono stati proposti allinterno del porto Grande, sia quello della societ che fa capo a francesco caltagirone Bellavista (Marina di archimede) che quello del gruppo di stefano (Marina di siracusa), prevedendo interramenti per quasi 100.000 mq, isole artificiali, alberghi, negozi, perseguono finalit di sfruttamento immobiliare pi che di ammodernamento delle strutture portuali. Questo in unarea di grande valore storico e paesaggistico, che ricade nella Buffer zone del sito iscritto nella World Heritage list dellunesco, sottoposta a vincolo paesaggistico e ora compresa nellarea di massima tutela del piano paesaggistico, adottato nel febbraio di un anno fa dalla regione. a tutto ci, si aggiungono le preoccupazioni per i problemi giudiziari del signor caltagirone, legati guarda caso alla costruzione di un altro porto turistico, e di quelli finanziari della sua societ, che mettono a forte rischio il completamento delle opere gi avviate, con conseguente abbandono del sito in condizioni ambientali di degrado (buona parte dellinterramento gi stato fatto). a regione siciliana ha avviato il procedimento di revoca delle autorizzazioni in precedenza rilasciate per il primo porto turistico, quello di caltagirone perch le opere a mare o vicino alla costa violerebbero il divieto di costruire entro i 150 metri dal mare introdotto dalla legge Galasso e ripreso nel codice dei Beni culturali e del paesaggio. il secondo porto non stato ancora autorizzato e anche grazie alle osservazioni presentate da legambiente in sede di valutazione ambientale strategica il progetto originario stato ritenuto incompatibile con il piano paesaggistico e con la salvaguardia del sito dal punti di vista paesaggistico e naturalistico. e' notizia di pochi giorni fa che il tar di catania ha dichiarato irricevibile il ricorso della spero, che aveva chiesto oltre all'annullamento del parere negativo della soprintendenza un risarcimento

di 200 milioni di euro e accoglie le eccezioni di inammissibilit e irricevibilit sollevate da legambiente in quanto sopravvenuto il piano paesistico. un grande successo contro la cementificazione. il porto Grande di siracusa un patrimonio storico e ambientale dal valore inestimabile. ora occorre dargli una prospettiva economica che per sia sostenibile e che abbandoni modelli incompatibili con lambiente e il paesaggio come interramenti e isole artificiali. La strada quella di riavviare al pi presto la pianificazione portuale e urbanistica nel pieno rispetto delle prescrizioni di tutela del piano paesaggistico e del piano di Gestione unesco e nellinteresse dei lavoratori del mare. sulle Mura dionigiane non ci sono novit rilevanti rispetto al fatto che le villette di frontino non sono state autorizzate, nonostante il ricorso della societ contro i dinieghi di nullaosta della soprintendenza ai Beni culturali e, comunque, il piano paesaggistico non le consente. emergenza a Pantalica Malgrado il ricorso che legambiente ha presentato il 22 marzo 2012 alle autorit competenti e il parere nettamente negativo dellente gestore della riserva naturale pantalica, valle dellanapo e torrente cava Grande, lazienda foreste demaniali, non sembra del tutto accantonato lo scellerato progetto per realizzare un ponte sul torrente calcinara, in localit serramezzana-Bottigliera, in zona a di tutela integrale della riserva e nel cuore del sito di importanza comunitaria ita090009. lo sciagurato progetto, approvato dal Gal, ipotizza la realizzazione di un ponte in legno lamellare di abete e struttura portante in acciaio, lungo circa 41 m. e ampio 3 m., ad una quota di 280 m. e pi rispetto alla gola. per la sua realizzazione occorrerebbe allestire dei cantieri, per i quali sarebbe necessario aprire una pista ex novo della larghezza di 2 m., che dalla radice della carrozzabile sortino-pantalica arrivi ai cantieri. tutte le opere previste risultano espressamente vietate dal regolamento duso e divieti della riserva naturale. inoltre, la valutazione dincidenza presentata non risulta redatta tenendo conto degli allegati tecnico scientifici del Piano di Gestione del sic, approvato con ddG n.666 del 30 giugno 2009 dallassessorato regionale delle risorse agricole ed alimentari. tutti gli interventi ipotizzati, dalla realizzazione del ponte allallestimento dei cantieri e le opere ad essi connesse, costituiscono un fattore di distruzione, frammentazione, alterazione di habitat e minaccia alle specie presenti nel sito. Malgrado tutto ci, non si sono fermate le pressioni affinch, non si comprende bene come e in che forma possa avvenire, lassessorato regionale al territorio e allambiente dia il suo assenso alla realizzazione di questa opera criminale.

dellepoca, esse rappresentano anche innovazioni esemplari in fatto di pianificazione ed edilizia urbana. emergenza a Catania da dieci anni a questa parte la citt di catania ed il suo cuore barocco vivono sotto la minaccia di uno sventramento che ne comprometterebbe irrimediabilmente laspetto architettonico ed il tessuto urbanistico. il progetto di raddoppio della linea ferroviaria zurria-Bicocca, portato avanti implacabilmente da rete ferrovie italiane dal 2003 ad oggi, prevede infatti la cancellazione o il deturpamento di una delle parti pi pregevoli del centro storico di catania e delle emergenze archeologiche sottostanti. per coloro che ostinatamente portano avanti tale devastante progetto non motivo di ripensamento neppure il fatto che larea tardo-barocca di catania sia stata riconosciuta nel 2002 dallunesco patrimonio dellumanit. il raddoppio ferroviario progettato da rfi richiede linterramento del tracciato da piazza europa alla stazione centrale, dove arriver nove metri sotto il livello attuale. da l i binari risalirebbero sugli archi della Marina attraverso unenorme rampa che deturperebbe la vista del mare lungo tutto il passiatore (pinella leocata, da la sicilia del 14 febbraio 2013). inoltre gli archi della Marina verrebbero sormontati da una calotta in plexiglas alta sette metri che nasconderebbe alla vista palazzo Biscari e larcivescovado, cancellando la vista forse pi emblematica della citt.

il successivo tratto, interrato da piazza curr, richiederebbe la demolizione dellostello della giovent con la manomissione del fiume sotterraneo e delle terme romane dellindirizzo. Da l, per arrivare in trincea fino al castello ursino, la ferrovia spazzerebbe via numerosi pregevoli palazzi storici, le mura di carlo v, sventrando limportante sito archeologico di piazza federico di svevia. il devastante progetto risale agli anni settanta dello scorso secolo, ma fortunatamente non venne realizzato neppure in quel periodo di scempi edilizi, gi il soprintendente Giuseppe voza lo consider inaccettabile. accantonato per una trentina

danni, il piano, immutato, stato riproposto nel 2003, in vista dei finanziamenti miliardari per lammodernamento della linea ferroviaria Messinacatania-palermo, inserita nel progetto dellasse ferroviario Berlino-palermo. laccordo con le ferrovie dello Stato firmato nel 2003, con singolare tempestivit e riservatezza, dallex sindaco scapagnini, in qualit di commissario per lemergenza nel settore del traffico e della viabilit, estromise la citt da ogni possibile discussione sulla linea adottata. successivamente la soprintendenza ai Beni culturali di catania, ed in particolare la sezione archeologica diretta

sottoposto allapprovazione da parte del consiglio comunale. lincompatibilit del piano rfi con il prG dovrebbe inoltre bloccarne ogni possibilit di realizzazione. crediamo tuttavia che la necessit di portare avanti il progetto alternativo per il raddoppio ferroviario richieda la definitiva discussione e la successiva adozione del nuovo prG, atteso ormai da decenni. emergenza a noto c il serio rischio che noto possa perdere quel suo particolare e unico colore dorato, che ha affascinato tanto studiosi e narratori, dato dallesposizione al sole della tenera pietra locale a cui gli architetti del settecento, Gagliardi, sinatra, labisi, adattarono lintonaco. proprio il monocromatico paesaggio urbano ha portato il val di noto ad essere inserito dallunesco nella World Heritage list: lintonaco dunque da considerarsi bene materiale e non strato di sacrificio da rimuovere senza esitazione. e dallottobre 2006 che legambiente con la campagna salvalintonaco denuncia il fatto che a fronte della cura che in tutti i cantieri di restauro che con i loro ponteggi prima avvolgono e poi svelano i nostri monumenti si sempre riservata alle superfici in pietra, non sia corrisposta altrettanta attenzione allaltro materiale che caratterizza le facciate dei nostri monumenti. Buona parte delle superfici che si presentano ai nostri occhi prima e dopo i restauri sono infatti superfici intonacate. evidente che si tratta di materiali che resistono alle ingiurie del tempo con pi difficolt di quanto non faccia la pietra calcarea, che soffre quasi esclu-

sivamente nelle parti basse interessate dallumidit di risalita. distacchi dal supporto, erosione superficiale, alveolizzazione e polverizzazione, sono le forme di alterazione pi diffuse e documentate dagli studi sin qui eseguiti. non per questo si possono lasciare al loro destino, anzi si deve essere obbligati in quanto depositari di questo patrimonio a fare di tutto per conservarli pi a lungo possibile. si continua a rischiare che, a seguito dei numerosi interventi di restauro in corso oltre a quelle gi realizzati negli ultimi anni si perda un ingente patrimonio materiale, ma anche lunitariet dellimmagine che fu data alla citt al momento della sua rifondazione e che trecento anni di esposizione alle ingiurie del tempo non erano riusciti ad incrinare. la situazione richiede chiare e precise linee guida redatte in considerazione delle esperienze sin qui accumulate. la posta in gioco perdere il colore mielato che ha reso famosa noto. chiediamo che si scelga sempre di pi di salvare a tutti i costi quanto pervenuto sino a noi. siracusa e la necropoli Rupestre di Pantalica data discrizione: 2005 Breve descrizione del sito il sito si compone di due elementi separati, contenenti resti databili allepoca greca e romana: la necropoli di pantalica contiene pi di 5.000 tombe scavate nella roccia vicino cave di pietra, molte delle quali risalenti a un periodo compreso fra il Xiii e il Xvii secolo a.c. nellarea si possono ancora ammirare resti dellepoca bizantina, in

14

8 Marzo 2013, venerd

5 Marzo 2013, Marted

15

truffa col deflettore denunciato un siracusano

CronaCa

Un piacevole fermento nellaria frizzante di simpatia


C un piacevole fermento nellaria, una frizzante simpatia sta organizzando un concerto dal titolo No Limits. Nessun limite dunque per Alessandro Spitaleri, cantante siracusano in ascesa che in questi giorni sta preparando anche il suo primo videoclip musicale per l inedito che proietter in occasione del suo concerto. E ancora tutto ufficioso ma indiscrezioni fanno trapelare che sono stati presi gli accordi per la location che ospiter levento. Sembra infatti che la cornice sar una cena spettacolo presso un noto locale nostrano, ovvero il Sahara di Siracusa. E definita con sicurezza invece la data fissata appunto per il 20 di Aprile con inizio alle 20:30. Presentatrice deccezione la bellissima Ilenia Schiavo gi nota al piccolo schermo per sue apparizioni, anche e soprattutto per le danze orientali e la sua danza del ventre, che lhanno portata a competere a concorsi nazionali aggiudicandosi perfino un meritatissimo secondo posto. Ilenia sar anche coreografa e ballerina nella serata e guider il suo gruppo di danza Iaset e le Perle Del Nilo che si esibiranno in alcune performance. Evento su Evento, piaciuta lidea, ad un importante emittente televisiva locale che ha accettato la messa in onda della differita. Nel frattempo in produzione uno spot pubblicitario che anticiper levento con la presenza dei professionisti del team di As record di Alessandro Spitaleri: Il service audio e luci affidato alla S.B. audio di Seby Bianca, conferma-

In agenda per la data del prossimo 20 aprile il concerto No Limitis di Alessandro Spitaleri con Ilenia Schiavo

to dal concerto Insieme, di Alessandro Spitaleri e Luca Franz (qui ospite avvalorato). Alle tastiere suoner il Maestro Pucci . Il direttore alla fotografia e fotografo di scena sar Elojsas Photo che per loccasione produrr lo shoot fotografico. Un appuntamento dunque importante, allinsegna della movida siracusana, in un clima certamente primaverile, non solo per la stagione. Giorgio Nan La Terra

Contributo di sostegno di locazione per lanno 2011


Scade il 6 aprile il termine
per richiedere il contributo di sostegno di locazione per lanno 2011. Gli aventi diritto dovranno far pervenire, apposita richiesta corredata da: contratto di locazione regolarmente registrato; F.23 relativo allanno 2011; copia della dichiarazione dei redditi 2012 relativi allanno 2011; copia modello ISEE relativo allanno 2011; Autocertificazione stato di famiglia e residenza; Visura catastale dellimmobile di cui si richiede il contributo; Copia documento di riconoscimento e Codice Fiscale. Laccesso al Contributo per i cittadini extracomunitari subordinato ai sensi dellart. n 11, comma 13 della Legge n 133 del 06/08/2008, al possesso del certificato storico di residenza da almeno 10 anni sul territorio nazionale o di 5 anni nella medesima regione. Tra tutte le domande pervenute verr stilata apposita graduatoria, sulla base del reddito e dei componenti il nucleo familiare. Lufficio si riserva di effettuare mirati controlli per verificare la sussistenza dei requisiti dichiarati. Non possono presentare domanda: Coloro che hanno stipulato un contratto a canone agevolato per effetto della circolare n. 34 del 04/04/2008 dellAgenzia delle Entrate; Coloro che hanno usufruito delle detrazioni fiscali di cui al comma 1 dellart. 16 del TUIR ( testo unico imposta sui redditi); Coloro che hanno usufruito delle detrazione fiscali per i redditi percepiti nellanno 2011 (Dichiarazione anno 2012); Coloro che non sono titolari di un contratto di locazione registrato; Occupino alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica; Siano titolari di diritto di

In foto, Assessorato Politiche Sociali del Comune di Siracusa.

Aveva tentato di

Scade il 6 aprile il termine per richiedere il contributo di sostegno di locazione per lanno 2011
propriet, usufrutto, uso o abitazione adeguato alle esigenze del nucleo familiare; Siano titolari di un contratto di locazione stipulato tra parenti e affini entro il 2 grado e tra coniugi non separati legalmente; Coloro che hanno stipulato contratti di locazione relativi ad abitazioni incluse nelle categorie catastali A1, A8, A9; Coloro che usufruiscono di altre agevolazioni analoghe.

Formidabili quegli anni

Sar un 8 marzo dedicato al femminismo, un 8 marzo-revival quello scelto dalla Rete Centri antiviolenza, fondata e diretta da Raffaella Mauceri. Un giorno per ricordare quella che stata e rimane la pi grande rivoluzione culturale della storia moderna. Ricordare e rilanciare. Ancora una volta in tandem con il Rotaract, dunque, per il progetto Nemmeno con un fiore, la Rete mette a segno uniniziativa composita, la conferenza-mostra-spettacolo "Formidabili quegli anni", che si svolger come segue: Dopo il saluto del presidente Associazione Antiracket SR Giuseppe Barreca e il saluto dellR.D. Rotaract 2110 Sicilia e Malta Carlo Melloni, aprir i lavori lintroduzione-testimonianza sull'epopea del femminismo di Raffaella Mauceri che, com noto, una femminista storica e l'epopea l'ha vissuta in prima persona. Segue la relazione dellospite Marcello Ribbera, gi Commissario presso la Questura di Ragusa, studioso della storia delle donne che tratter il tema "Dove origina la violenza di genere". Dopodich un romantico intermezzo musicale con Giuseppa Modica al violino e Santina D'Amico alla chitarra che eseguono musiche di Molino, Machado e Saint-Sans. Chiudono levento, alcune letture recitative per le voci di Alessia, Mariagrazia, Dalila, Jessica, Maria, Nadia e Tiziana. Contestualmente sar possibile ammirare una singolare mostra fotografica che parte dai momenti pi significativi del femminismo dagli anni 70 e si snoda attraverso una trentina di fotoimmagini fino ai flash mob dei nostri giorni.

truffare una donna in automobile, con il solito trucchetto dello specchietto retrovisore rotto. Ma la reazione della vittima ha fatto dapprima scappare lindividuo che stato successivamente rintracciato dai poliziotti, che lo hanno denunciato a piede libero. Il fatto accaduto mercoled scorso quando agenti delle Volanti della Questura di Siracusa hanno denunciato in stato di libert M. R. di 33 anni, gi noto alle forze di polizia, per il reato di tentata truffa. In specie, alle ore 12.20 di ieri, il denunciato a bordo della propria autovettura, dopo aver lanciato una biglia di piombo contro un altro veicolo, condotto da una donna, simulava di aver subito il danneggiamento dello specchietto chiedendo un risarcimento di 100 euro in contanti. La donna, intuendo il raggiro, si rivolgeva allutenza pubblica di emergenza 113. Gli agenti delle Volanti iniziavano una febbrile attivit volta al rintraccio del truffatore che intercettavano, poco dopo, a bordo della propria auto, in Contrada Spalla. Il controllo del soggetto permetteva di rinvenire allinterno dellauto numerosi frammenti di piombo, lo specchietto artatamente danneggiato ed una somma di 535,00 euro di cui lo stesso, disoccupato, non poteva giustificare. Dopo larresto del 15 febbraio scorso per un analogo episodio di raggiro, questultimo episodio, anche se contrastato con efficacia dalla Polizia di Stato, evidenzia la reiterata volont di taluni soggetti a perpetrare tale reato, nonostante una massiccia campagna di informazione. La Questura di Siracusa invita gli utenti a prestare la massima attenzione ed a segnalare senza ritardo ogni episodio sospetto.

16

8 Marzo 2013, venerd

autosport s.r.l. c.da targia 18

siracusa tel.0931 759918

autosport.toyota.it